OGS, l’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale assume 14 tra ricercatori, tecnici, tecnologi e amministrativi

Sono quattordici le nuove assunzioni a tempo indeterminato all’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale - OGS. Due ricercatori, due tecnologi, tre collaboratori tecnici e sette collaboratori di amministrazione verranno permanentemente inseriti nell’organico dell’Ente. “Queste assunzioni a tempo indeterminato sono in linea con i piani di sviluppo dell’Ente che negli ultimi anni hanno previsto il reclutamento di oltre 50 ricercatori, tecnologi e tecnici. Andiamo a rinforzare anche il comparto amministrativo per essere pronti ad affrontare la sfida del PNRR. È un segnale positivo per confermare quanto il mondo della ricerca possa rappresentare, soprattutto per la città di Trieste, una potenzialità occupazionale in questi tempi così difficili” afferma Paola Del Negro, direttrice generale dell’OGS. L’istituto dimostra così di puntare sulle persone, prestando particolare attenzione al merito e alle competenze, per ottemperare alle proprie missioni scientifiche, di forte impatto per il Paese e per la Società, quali il mare e gli oceani, l’interno della Terra, la riduzione dei rischi, le aree polari e la Scienza aperta. “Il tema delle risorse umane, della loro valorizzazione e della formazione permanente rappresentano per l’OGS priorità assolute” aggiunge il presidente dell’OGS Nicola Casagli. “Queste assunzioni sono in linea con il piano di fabbisogno di personale dell’Istituto che prevede varie azioni per il triennio 2022-2024 comprendenti nuovi concorsi pubblici per nuovi reclutamenti senza trascurare la valorizzazione del personale interno. La completa attuazione del piano permetterà di raggiungere, nel 2024, un organico di 250 unità di personale a tempo indeterminato. Si tratta di investimenti fondamentali per sostenere la ricerca, la ripresa del Paese e la sua crescita economica, sociale e culturale” conclude Casagli.