Open Week all’officina del Carrello di Udine. Una settimana di eventi, incontri e iniziative

Nell’ambito delle celebrazioni per il quarantennale di attività, l’Officina del Carrello di Udine, uno dei principali operatori regionali nel settore dei carrelli elevatori – 7,5 milioni di fatturato nel 2018 e oltre 60 dipendenti – promuove, da lunedì 16 a venerdì 20 settembre, nella sua sede ubicata nella ZAU di Udine l’ODC OPEN WEEK, una settimana di eventi, incontri e iniziative in collaborazione con i maggiori brand del settore.

Durante tutta la settimana sarà possibile toccare con mano le ultime novità del settore dei carrelli elevatori in un’inedita area espositiva, nonché incontrare i responsabili dei marchi più importanti del settore. In particolare, lunedì 16 settembre l’impresa friulana capitanata da Giuseppe Vidoni aprirà le porte agli studenti delle sezioni di meccatronica dell’Istituto Ceconi di Udine, mentre martedì 17 si terrà un nuovo corso di aggiornamento per carrelli elevatori, riservato alle aziende. Giovedì 19 avrà invece luogo il primo degli incontri dedicati al tema della sicurezza sul lavoro dal titolo “Sistemi avanzati di sicurezza attiva sui carrelli elevatori”, in collaborazione con Linde MHI. Mercoledì 18 e giovedì 19 ci sarà inoltre l’opportunità di salire su una Tesla e provare così l’emozione di guidare il futuro. Il ricco programma si concluderà venerdì 20 con una giornata interamente dedicata a Linde Mhi, di cui Officina del Carrello è partner unico per il FVG. Per informazioni sugli eventi e le iniziative della settimana contattare il numero di telefono 0432/600471.

ODC Open Week è peraltro solo uno dei 40 eventi, promozioni, momenti di formazione e informazione che Officina del Carrello ha inteso organizzare per festeggiare il proprio quarantennale lungo tutto il 2019. Fra le tante altre iniziative, meritano di essere ricordate anche, a giugno, lo spettacolo “Ocjo. La sicurezza in scena…all’Officina del Carrello”, per riflettere sui grandi temi della sicurezza attraverso un approccio alla problematica di inedita ironia, e i diversi momenti denominati “Odc per la sicurezza” durante i quali operatori specializzati hanno trattato il tema della sicurezza sul lavoro.

Il punto di svolta dell’Officina del Carrello, nata nel 1979 come semplice punto di assistenza ad altre aziende del comparto, è avvenuto nel 2002 con il trasferimento nella nuova sede in Via Slovenia nella ZAU di Udine. “E’ in quegli anni – racconta il presidente Giuseppe Vidoni – che ci siamo strutturati in maniera più organizzata, dando un importante impulso alla vendita e al noleggio. Al momento trattiamo sei marchi diversi. Dal primo gennaio abbiamo, poi, attivato una partnership ufficiale con Linde Material Handling Italia, un leader mondiale del settore, che ci fornisce la gran parte dei carrelli che vendiamo e noleggiamo, mentre gli altri marchi coprono quelle nicchie di mercato che per i grandi produttori sono meno interessanti. Oggi il nostro fatturato si divide in parti pressoché uguali fra vendita, noleggio e assistenza”.

L’Officina del Carrello, peraltro, da oltre 15 anni, si occupa anche della formazione degli operatori. “Nel tempo – spiega Vidoni – siamo riusciti a creare una vera e propria struttura accreditata, dedicata alla formazione sia teorica sia pratica. Adesso proponiamo corsi non solo per carrellisti, ma anche per chi utilizza piattaforme, gru, mezzi agricoli, mezzi movimento terra, ecc. Una volta i formatori facevano parte del nostro staff di tecnici; oggi, invece, Officina del Carrello si avvale di un team dedicato, composto da una serie di professionisti che si occupano esclusivamente della formazione. Da qualche anno, poi, oltre ai corsi “a catalogo”, offriamo anche corsi costruiti sulle esigenze dei clienti, in collaborazione con i responsabili sicurezza delle aziende stesse, e un servizio di consulenza per la creazione di percorsi formativi ad hoc. Vista l’importanza assunta dalla formazione, oggi, di fatto, i due settori della nostra attività, viaggiano in parallelo. La formazione, inoltre – conclude il presidente -, ci consente di fornire un servizio completo al cliente, e diventa un’occasione per entrare in contatto con circa 3mila operatori ogni anno, facendo così conoscere ai potenziali clienti la nostra azienda e la qualità dei prodotti che proponiamo”.

Potrebbero interessarti anche...