Ospedale di Cividale, protesta condivisa

«Chi abita in quest'area del Friuli Venezia Giulia, specialmente nelle Valli del Natisone, è costretto a superare molteplici difficoltà per poter usufruire di servizi sanitari adeguati» così commenta la situazione sanitaria del Cividalese Simona Liguori consigliera regionale dei Cittadini che aggiunge: «Pioggia e vento non hanno fermato questa mattina la manifestazione organizzata dai Comitati per la riapertura dei principali servizi sanitari nell'ospedale di Cividale. Le infelici condizioni atmosferiche odierne - ha spiegato Liguori - ben rappresentano la situazione che c'è nell'ospedale di Cividale, sempre più ridimensionato e privato di importanti servizi per volere dell'attuale Amministrazione regionale. Chi abita in quest’area del Friuli Venezia Giulia, specialmente nelle Valli del Natisone, è costretto a superare molteplici difficoltà per poter usufruire di servizi sanitari adeguati. Nel migliore dei casi deve recarsi all'ospedale di Udine che non è proprio dietro l'angolo e che si sta saturando di richieste proprio anche perchè sono chiusi il punto di primo intervento e di medicina generale di Cividale».