Per Festil “Il tenace soldatino di piombo”: la fiaba di Andersen prende vita attraverso gli oggetti

Il tenace soldatino di piombo _ ph Patrizia Chiatti

Arriva domani  20 giugno al Teatro S. Giorgio a Udine (ore 18.00) in collaborazione fra FESTIL_Festival estivo del Litorale e Teatro Contatto 40 (e in replica a Trieste, Politeama Rossetti – Sala Bartoli ore 21.00, martedì 21 e mercoledì 22 giugno) “Il tenace soldatino di piombo – un film da palcoscenico”, da H.C. Andersen, una produzione teatrodelleapparizioni/Teatro Accettella, CSS e Tinaos. Da un’idea di Fabrizio Pallara, lo spettacolo di Valerio Malorni e Fabrizio Pallara, con Valerio Malorni/Francesco Picciotti e Fabrizio Pallara, “Il tenace soldatino di piombo”, per tutta la famiglia dai 4 anni in su, è uno spettacolo che reinterpreta la celebre fiaba di Andersen in un gioco in cui gli oggetti prendono vita parlando, combattendo, danzando, come protagonisti di un film teatrale proiettato su un grande schermo in diretta. Il set è dunque la stanza dei giochi, il luogo in cui avviene la meraviglia e qui il teatro si mostrerà nel suo farsi al servizio dell’occhio della telecamera che, come il buco della serratura di una porta invisibile, oggre agli spettatori uno sguardo inedito e privilegiato, per entrare nella storia osservando il piccolo e l’impercettibile. Due piani di azione, due differenti visioni, due linguaggi a confronto, quello teatrale e quello cinematografico, che si svelano e si misurano per unirsi e raccontare una grande storia d'amore. «Uno spettacolo nato per tornare a pancia a terra, come i bambini – dichiarano Malorni e Pallara – con gli occhi vicini, sopra ai giocattoli, quasi ad entrarci dentro, per capire meglio ogni storia. L’esigenza di tornare ad uno sguardo pieno di quella voglia di raccontare: ‘Facciamo che eravamo...’, così ci siamo ritrovati in quella stanza dei giochi che ognuno di noi ha sognato. Lì tutto è possibile».