Personali riflessioni sui risultati del M5s alle amministrative rilevati oggi

Le imbarazzanti dichiarazioni di Giuseppe Conte e di Sabrina De Carlo sulla sonora sconfitta nel voto di ieri alle amministrative, relative ai problemi che il M5s ha sui territori (e quindi in FVG) non fanno altro che farmi pensare in quali pessime mani siamo.
Forse basterebbe un bravo agricoltore, che spiegasse a questi due pregevoli statisti che se un campo non viene bagnato e concimato, frutto non dà. Si rivelano quanto mai profetiche le mie intuizioni di 5 anni fa, quando venni tolta dalle liste elettorali senza la cortesia di alcuna spiegazione (ancor oggi nonostante le mie incessanti e pressanti richieste, nessuna risposta). Su questo, particolare rilievo e responsabilità, anche in riferimento a quanto espresso dalla trasmissione Report di una settimana fa sul cerchio magico che "ripuliva le liste" prima delle "primarie interne", riveste la figura dell'allora referente de facto del partito a Roma, ora senatore e ministro Stefano Patuanelli, che può essere veramente orgoglioso del lavoro svolto nella sua regione. I risultati del suo operato sono eccellenti, specie per se stesso. Il movimento in FVG è morto. Viva il Movimento! Claudia Gallanda già Consigliere comunale di Udine per il M5s