Presentata la stagione di eventi 2022 della Riserva naturale di Cornino

Grifone in volo Foto Fulvio Genero

La Riserva naturale regionale del lago di Cornino è pronta a riaccogliere il pubblico, cui offrirà - dopo i due anni penalizzati dalle restrizioni conseguenti all'emergenza sanitaria - il programma più ricco di sempre, sia per numero di iniziative che per varietà della proposta, studiata per intercettare e soddisfare i gusti e le aspettative di una platea ampia e diversificata. Il "cartellone" 2022,  si aprirà a inizio maggio per protrarsi fino a dicembre, è stato presentato ufficialmente oggi, giovedì 14 aprile, nel palazzo della Regione a Udine. Primo appuntamento domenica 8 maggio, giornata dedicata al "Pianeta acqua, tra storia e geologia": un evento - nel solco della tradizione delle iniziative in Riserva - che permetterà di approfondire il tema delle risorse idriche del territorio, dal maestoso Tagliamento al cristallino lago di Cornino. Conferenze, dibattiti ed escursioni guidate da esperti geologi consentiranno al pubblico di comprendere genesi e "assetto" di uno splendido comprensorio, sempre più proiettato verso lo sviluppo eco-turistico ma anche costretto ad affrontare le problematiche legate allo sghiaiamento. Ulteriore data, in maggio, è quella di sabato 21: "Ali e zampe a Cornino", proposta studiata per le famiglie con bambini dai 7 ai 10 anni, immergerà i visitatori nell'affascinante mondo degli animali della Riserva, "casa" di sciacalli dorati, cervi, gatti selvatici e di tantissime specie di uccelli, rettili e anfibi. Una suggestiva camminata permetterà di scoprire le specie che vivono nell'area protetta. Al termine dell’attività è previsto un piccolo laboratorio per la realizzazione del calco della zampa dell’animale preferito, che i bimbi, poi, potranno portare a casa come ricordo dell'esperienza. Domenica 19 giugno focus su "La rinata convivenza tra uomo e lupo": si parlerà del presente e del futuro del carnivoro, figura entrata nella leggenda e carica di implicazioni simboliche. Sotto la lente la conservazione di una specie che è tutt'uno con la storia umana, tra secoli di addomesticazione, convivenza, persecuzioni e "alleanze", e che oggi oscilla tra problematiche di espansione e fragilità genetica. Nel corso della giornata verranno proposte conferenze, dibattiti e proiezioni di documentari inediti, prodotti in collaborazione con esperti operanti in regione, anche alla luce di vari recenti avvistamenti. Nel mese di luglio doppio appuntamento. Domenica 24 la Riserva diventerà cornice di un suggestivo concerto di musica classica all'alba con brani a tema naturalistico, "Sulle note della natura": due maestri, al piano e al violoncello, saluteranno la nascita di un nuovo giorno eseguendo sinfonie composte al ritmo della natura, appunto, che si intrecceranno al canto mattutino degli uccelli. Il 31 luglio, invece, protagonista sarà "Il grifone, tra mito e leggenda": dallo zoomorfismo delle civiltà antiche all’immortale iconografia dei concept art del selvaggio West, dalle ombre proiettate sui resti del campo di battaglia alla simbologia del cristianesimo rurale, l’avvoltoio da sempre accompagna l’uomo in un percorso folcloristico fatto di ignoranza e persecuzione. Lo staff scientifico della Riserva confuterà le radicate superstizioni in una giornata volta ad evidenziare l'importanza della valorizzazione e della conservazione di questi fragili "re dell’aria". Domenica 21 agosto spazio ai bambini e ragazzini dai 7 ai 12 anni, che diventeranno protagonisti di "Una notte da esploratori", un'appassionante avventura al buio: muniti di torce frontali e accompagnati da guide esperte, i partecipanti potranno scoprire il volto nascosto della Riserva e il misterioso e affascinante popolo delle ore notturne. Tappa clou della programmazione 2022 sarà, come sempre, "Vivi e liberi di volare", in calendario per il 4 settembre: nella Giornata Mondiale degli Avvoltoi, la Riserva ospiterà un importante convegno scientifico, con ospiti di fama internazionale, conferenze, dibattiti e infine - momento sempre spettacolare e carico di emozioni - la liberazione di esemplari di grifone ospitati in Riserva a fini di cura e di studio. L'evento è promosso in collaborazione con il Parco Natura Viva di Bussolengo. Specialissima "Caccia al tesoro faunistica per famiglie" domenica 2 ottobre: seguendo una serie di tracce nascoste nei dintorni del Centro Visite e del lago di Cornino si dovrà arrivare all'obiettivo finale. Per i vincitori simpatici gadget faunistici, per tutti i partecipanti un calco in omaggio. Il 31 ottobre, invece, si rinnoverà l'Halloween in Riserva, con laboratori creativi e attività ludico-scientifiche per i più piccoli che trasformeranno i meccanismi della paura nella via per la conoscenza. Gran finale, come sempre, la sera del 24 dicembre, con il 48° Natale subacqueo al lago di Cornino: in collaborazione con Friulana Subacquei, a pelo d’acqua verrà allestita una rappresentazione lignea della Natività, irradiata dalle luci provenienti dalle sponde e dagli argini.