Riqualificazione dell’ospedale psichiatrico Sant’Osvaldo. Simona Liguori: “necessario un cronoprogramma per ristrutturare alcuni edifici di pregio”

Si è tenuta oggi in III Commissione consiliare l’audizione dell’Assessore alla Salute Riccardo Riccardi in merito alla riqualificazione dell'area ex ospedale psichiatrico Sant’Osvaldo a Udine. La Consigliera dei Cittadini Simona Liguori ha fatto diverse proposte e chiesto alcune delucidazioni, senza però ricevere in aula alcuna risposta dall’assessore. “E’ fondamentale – ha detto Liguori – che l’ex ospedale psichiatrico possa diventare a tutti gli effetti un Paese  immerso nel verde, consolidandosi ulteriormente come Luogo simbolo di abbattimento dello stigma sulla salute mentale e realtà di inclusione culturale e sociale. Ecco perché la prima considerazione posta è sull’opportunità che in esso si possano valorizzare le cooperative e le  associazioni presenti e future nell'ottica di ulteriori aperture al territorio e alla cittadinanza.
Liguori ha poi chiesto un cronoprogramma degli interventi, sottolineando che “considerato lo stato fatiscente di alcuni edifici, vanno individuate le priorità di intervento onde evitare che si producano danni irreversibili sugli edifici di maggior pregio”.
Liguori ha inoltre chiesto all’Assessore Riccardi se lo spazio potrà essere utilizzato anche per la residenzialità, senza però ricevere alcuna risposta.