RockHistory Suoni di confine: quattro appuntamneti in regione

Il pianista Emanuele Savron inaugura la serie di eventi. Prende il via una nuova iniziativa targata RockHistory, il progetto di ArteMusica che ormai da una decina di anni usa la musica per parlare di storia, fatti e società. Domenica 15 maggio, alle 11 del mattino, nella suggestiva cornice del monumento Ara Pacis Mundi di Medea, il giovane e talentuoso pianista triestino Emanuele Savron inaugurerà la prima di quattro diverse performance. La musiche di Prokofiev, Scriabin, Chopin saranno la colonna sonora di un appuntamento in cui la musica tesserà una fitta trama sottolineata dalle letture di Franco Ongaro e dalle coreografie dei due ballerini Rossella De Filippo e Kevin Zuzek. Gli appuntamenti, parte integrante dell'ampio progetto divulgativo realizzato con la Regione Friuli Venezia Giulia, il dipartimento di Storia Economica dell'università di Trieste, l’Istituto regionale per la storia della Resistenza e dell'Età contemporanea nel Friuli Venezia Giulia e i comuni di Monfalcone, Gorizia Palmanova e Medea, continueranno nei successivi fine settimana sulla Rocca di Monfalcone il 21, al Salone d’onore di Palmanova il 27 per arrivare all’evento finale dell’11 giugno in Piazza Transalpina a Gorizia . Domenica 15 maggio dunque, all’Ara Pacis il sacro scenario accoglierà una performance molto evocativa, non è necessario prenotare e l’accesso sarà libero per assistere al concerto dalle ore 11.