Sanità della destra Tagliamento in affanno: Si convochi subito l’assemblea dei sindaci

«Il sindaco di Pordenone convochi al più presto la Conferenza dei sindaci dell'Area vasta: c’è bisogno di un confronto tra le istituzioni perché la Sanità pordenonese è in grave difficoltà». A sollecitare Alessandro Ciriani per un nuovo incontro provinciale tra Comuni è il consigliere regionale dei Cittadini, Tiziano Centis: «Come giustamente sostiene il consigliere dei civici Marco Salvador nella sua interrogazione - ha spiegato Centis - l’ultima riunione della Conferenza, avvenuta all’inizio del febbraio scorso, non ha fatto chiarezza sui tanti temi critici della sanità pordenonese e molti sindaci sono rimasti perplessi per l’atteggiamento tenuto in quell’occasione dal direttore generale dell'Asfo Joseph Polimeni, considerato poco costruttivo sia nel dialogo e sia nella condivisione dei temi e delle decisioni da prendere». Nella sua richiesta Salvador ha giustamente ricordato che il “punto principale all'ordine del giorno della precedente convocazione era stato l'Atto aziendale, illustrato dal direttore generale ma senza che, per ragioni di tempo, vi sia stato ampio spazio per il confronto. I tempi stretti avevano impedito anche di trattare l'ultimo punto in esame, quello cioè relativo ai capisaldi dell'integrazione socio-sanitaria e alle loro modalità di realizzazione nel contesto del nuovo Atto aziendale”. «Le cronache di questi giorni - ha aggiunto Centis - confermano che ci sono ancora molte questioni sospese, tra le quali la fuga del personale dalle strutture pubbliche, la chiusura della Rsa di Pordenone, la vertenza tra sindacati e Asfo per indennità e straordinari del personale sanitario. È importante che il territorio pordenonese inizi a fare squadra, andando oltre le appartenenze politiche e concentrandosi sui problemi reali comuni a tutti».