Scuola: Shaurli, concentrarsi su riapertura in sicurezza: “Ha ragione Draghi, è obiettivo primario”

"Scuola e istruzione sono il pilastro su cui si regge e cresce ogni società avanzata, l'investimento irrinunciabile per il futuro. A Francia e Germania è chiaro, il Governo Draghi l'ha capito e l'ha definito 'obiettivo primario', ma Fedriga sta ancora traccheggiando, fra assurdi richiami a non fare differenze mentre i nostri ragazzi si avviano a perdere un intero anno di scuola. Le conseguenze sono già pesanti e non ci dica che la didattica a distanza può essere un sostituto integrale della scuola in presenza: chiunque sa che non è vero. Quindi Fedriga e la sua Giunta almeno seguano Zaia, si concentrino su questa priorità e si mettano subito al lavoro seguendo le indicazioni del Governo, preparando la riapertura in sicurezza delle scuole, con tamponi e test programmati e trasporti in sicurezza. I numeri della pandemia in questa Regione sono drammatici e fra i peggiori d’Italia ma almeno facciamoci trovare pronti". È la replica del segretario Pd Fvg Cristiano Shaurli, alle dichiarazioni del presidente della Regione Massimiliano Fedriga, il quale in merito alle scuole e alle attività economiche ha giudicato "sbagliato fare la guerra per dire chi ha più diritti degli altri".
Per Shaurli "la ripresa delle attività economiche colpite dalla pandemia è un assillo angoscioso per tutto il Pd, quindi non è davvero il caso che la Lega, con i numeri cui ha portato la nostra Regione, si erga a patrona di categorie in sofferenza. Se la soluzione per Fedriga è quella proposta da Salvini, lo dica e se ne assuma la responsabilità. Magari prima - conclude - ne parli con l'assessore alla Salute".