Stato-Regioni: Shaurli, Fedriga rappresenti Regioni non Salvini “Riaprire con attenzione per evitare le ricadute viste in Fvg”

“La speranza era che Fedriga facesse il presidente della conferenza Stato-Regioni non per rappresentare Salvini ma per proseguire in un rapporto virtuoso che tiene al centro le esigenze dei territori e di tutti i cittadini”. Lo afferma il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli, a proposito delle dichiarazioni del presidente Massimiliano Fedriga secondo il quale nei rapporti tra Regioni e Governo "c'è un problema istituzionale".
Per il segretario dem “Fedriga dovrebbe evitare di dire che le Regioni hanno dimostrato maggior coerenza e maturità. Io non ricordo il ministro Speranza in piazza a manifestare per le aperture serali poco prima della drammatica terza ondata che in Friuli Venezia Giulia ha portato il peggior numero di decessi e contagi d’Italia. Ma ricordo bene Fedriga contestare ogni dato e parametro”
“Ora Fedriga ha un nuovo ruolo – precisa Shaurli - in cui rappresenta tutte le Regioni e non la Lega. Con i colleghi faccia in modo che siamo pronti, ormai almeno a settembre, per le aperture della scuole in sicurezza. Faccia in modo che la vaccinazione rispetti gli obiettivi dati, che il sistema di tracciamento funzioni e soprattutto dia finalmente ai cittadini messaggi chiari e coerenti. Dal 26 si riapre molto e siamo tutti soddisfatti ma – puntualizza - si riapre con la massima attenzione per evitare le ricadute viste in Friuli Venezia Giulia: dipenderà solo e soltanto da quell’attenzione, dalla responsabilità dei cittadini e ovviamente dai dati sanitari se, come auspichiamo tutti, tra poche settimane ci potranno essere nuove aperture”.