Terapie intensive, De Carlo parlamentare M5s: “chiesto accesso agli atti, doveroso fare chiarezza”

“L’appello lanciato dall’Associazione anestesisti e rianimatori ospedalieri italiani del FVG, secondo cui la gestione Covid regionale continuerebbe ad avere grossissime criticità e i numeri dei pazienti gravi sarebbero molti di più di quanto dichiarato, a causa di gravi sottostime dei ricoveri da terapia intensiva, non va assolutamente sottovalutato. Anzi, è più che mai necessario fare chiarezza in merito. Ecco perché ho provveduto a richiedere al Ministero della Salute l’accesso agli atti e ai documenti ministeriali relativi alla situazione in essere.”, lo dichiara in una nota la deputata del MoVimento 5 Stelle FVG, Sabrina De Carlo.  “L'incongruenza tra i numeri reali e i dati forniti, se confermata, sarebbe gravissima e le dimissioni dei responsabili sarebbero quindi un atto dovuto. Per questo motivo ho richiesto di prendere visione della dotazione dei posti letto di terapia intensiva e sub intensiva Covid-19 e non Covid per ogni presidio ospedaliero del Friuli Venezia Giulia e dei relativi posti letto occupati dal 1 gennaio all’11 aprile 2021. Negli ultimi sette giorni, inoltre, la nostra Regione ha registrato il peggior dato a livello nazionale per numero di decessi ogni 100 mila abitanti. Questo drammatico aumento dei decessi rende ancor più evidente quanto sia necessario verificare attentamente i dati a disposizione ed evitare in ogni modo che vengano secretati o alterati. – Spiega De Carlo, che conclude: - La salute dei cittadini deve rimanere sempre al primo posto nell’operato di tutti i governanti e, tal fine, è fondamentale ascoltare anche le istanze della popolazione, in primo luogo di chi da un anno è costantemente in prima fila in questa battaglia!”