Udine: Irregolarità nei Consigli di Quartiere

Riceviamo e pubblichiamo.

Gentile Direttore,
non è chiara la situazione attuale nei vari Consigli di quartiere della città, così come non sempre delle riunioni viene dato avviso sul sito del Comune ma vengono apprese dalla stampa locale nei giorni successivi.
Tale situazione confligge col regolamento degli stessi Consigli, il quale, tra l'altro, prevede che "Il Sindaco procede alla surroga dei componenti dimissionari, in base all'Albo delle candidature per il Quartiere o integrandole qualora non siano in numero sufficiente", il tutto entro 30 giorni.
Per esempio, Anna Chiarandini si è dimessa da consigliere del Consiglio di quartiere n. 8 ancora un mese fa ma a tutt'oggi risulta ancora tale sul sito del Comune e tutto tace sulla sua surroga ma il Consiglio è stato convocato per oggi.
Stessa cosa sta avvenendo da tempo nel quartiere n. 7, presidente Elena Viero, nel quale si sta procedendo con soli 8 consiglieri al posto di 9, nonostante la corposa lista d'attesa.
Richiestane la motivazione la presidente non ha risposto, avallata dal silenzio di tutti i consiglieri, anche di quelli "di opposizione".
Altro esempio per il Consiglio di quartiere n. 5, che si è già riunito ben due volte senza la relativa pubblicità sul sito del Comune, dandone notizia a cose fatte e impedendo così ai cittadini interessati di assistervi.
Chiedo il motivo anche di questo.
Forse il Sindaco darà nuovamente la colpa agli uffici, pur essendo stato ripetutamente messo al corrente di alcune questioni dalla scrivente?

Claudia Gallanda
già Consigliere comunale di Udine