Un Friuli che va in fiamme, 10 operai al pronto soccorso

Ancora due incendi da domare. Uno a Lavariano e l'altro a San Daniele.
Vita dura per i vigili del fuoco in questi giorni. Il primo incendio è divampato ieri sera tra Mortegliano e Pozzuolo del Friuli in un deposito di fieno, contenente migliaia di rotoballe. Gli animali, per fortuna, sono tutti illesi. Lingue di fuoco nella buio, dunque, alte, altissime, si vedevano da grande distanza e l'odore del fumo è arrivato anche a Udine. Cinque le squadre dei vigili arrivate sul posto da Udine e alle quale si è unita una di Gorizia. I pompieri hanno lavorato tutta la notte. Per fortuna il deposito bruciato era lontano dalle abitazioni. Le cause sono in corso di accertamento.  Il secondo incendio è divampato ieri sera verso le 20.30 nella fabbrica di protesi mediche, Lima di San Daniele, in via Nazionale. Sul posto i vigili del fuoco di San Daniele. Grossi i danni all'impianto di areazione e, infatti, causa il monossido di carbonio sprigionato dalla combustione, dieci operai sono finiti al pronto soccorso. Anche in questo caso, le cause sono in fase di accertamento.
A dirla tutta, sarà pure che non piove da molto, non da moltissimo a dire il vero, considerando tutti questi incendi piccoli e grandi degli ultimi 10 giorni sarà bene fare indagini davvero approfondite e non dare nulla per scontato. Insomma: sarebbe bene rizzare le antenne... (continua nel digitale)