Vaccini: Shaurli (Pd), ora in Fvg coerenza e campagne sensibilizzazione

“Le prenotazioni vaccinali non decollano, chi come medici ed operatori sanitari combatte veramente il Covid deve essere ancora pagato e Fedriga continua a oscillare tra subito ‘coprifuoco alle 23’ e ‘non mi straccio le vesti’. Serve coerenza, messaggi chiari, campagne di sensibilizzazione, evitare contraddizioni che confondono i cittadini”. Lo afferma il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli, in merito alla dichiarazione del presidente della Regione Massimiliano Fedriga, secondo cui “non possiamo pensare che il problema sia il coprifuoco alle 22, alle 23 o che non ci sia il coprifuoco”.
Per Shaurli “lo diciamo da settimane finalmente dopo la solita propaganda anche Fedriga ci arriva. Non è facendo polemica su un orario, scaricando le mancate prenotazioni sulle paure da Astrazeneca o cavalcando il malcontento, che si aprirà di più. Succederà quando vaccinazioni sicurezza e salute pubblica e saranno garantite, come in tutta Europa”.
“Campagne di sensibilizzazione - ribadisce Shaurli - sistemi di tracciamento efficaci e veloci a partire dalle scuole. Parole e comodi cambiamenti di linea ne abbiamo visti fin troppi a partire da Fedriga in piazza a chiedere nuove aperture prima della drammatica terza ondata che in Friuli Venezia Giulia ha fatto segnare contagi e decessi record. Si impari almeno dagli errori”.