Avanzo di bilancio del Teatro Nuovo Giovanni da Udine. Interrogazione delle opposizioni al sindaco di Udine

Interrogazione al sindaco di Udine e alla giunta dai Consiglieri comunali d'opposizione Pirone, Martines, Venanzi, Capozzi e Patti relativamente al considerevole avanzo di bilancio, 353 mila euro, del teatro Nuovo Giovanni da Udine. Questo è il testo:
I sottoscritti consiglieri comunali, Preso atto
che la Fondazione “Teatro nuovo Giovanni da Udine” ha approvato il bilancio d’esercizio 2021 con un + 144.076,66 mila euro che si sommano ai 209.550 del 2020, per un totale di 353.626,66 non spesi ed accantonai dalla Fondazione del teatro; che per statuto la Fondazione riceve contributi pubblici (560 mila euro per il 2020, 570 mila per il 2021 da parte del comune di Udine) per il proprio funzionamento e per la propria attività e non ha come scopo e come oggetto sociale la realizzazione di utili;
che avanzi o disavanzi di gestione sono imputabili a maggiori/minori incassi o a maggiori/minori spese rispetto a quanto preventivato nel bilancio di previsione all’inizio dell’annualità; che l’avanzo di 353.626,66 in due annualità non è imputabile a maggiori/minori incassi o a maggiori/minori spese rispetto a quanto preventivato nel bilancio di previsione ma ad un non svolgimento o ad una forte riduzione dell’attività, in parte a causa delle limitazioni imposte dalla pandemia da Covid-19; che l’avanzo di gestione 20/21 certifica che la Fondazione “Teatro nuovo Giovanni da Udine” ha continuato a ricevere gli stessi contributi pubblici da Comune e Regione nonostante avesse ridotto la propria attività; che nel nostro territorio ci sono realtà, professionisti, produttori culturali, associazioni in ambito musicale, teatrale, coreutico e creativo in generale, che hanno in questi due anni subito un pesante condizionamento o una totale interruzione della propria attività, con la conseguente perdita di reddito per molti lavoratori e lavoratrici; che il nostro territorio ha quindi subito un impoverimento in termini economici e di proposta culturale e che le condizioni imposte dalle limitazioni per il contenimento della pandemia hanno inoltre disabituato il pubblico a frequentare i luoghi della cultura e della socialità; considerato che, di conseguenza, questo avanzo poteva e può essere fortemente ridotto, destinando una parte di queste risorse al sostegno di eventi promossi dalle realtà culturali del territorio, tenendo conto che la Fondazione non è vincolata all’organizzazione delle proprie attività dentro l’edificio del teatro; e che, inoltre, l’avanzo poteva e può essere usato per il sostegno all’attività di formazione, di educazione al teatro, di sensibilizzazione del pubblico;

INTERROGANO IL SINDACO E LA GIUNTA

Per sapere se era conoscenza di un avanzo di gestione così significativo; per sapere perché un ente pubblico come la Fondazione “Teatro nuovo Giovanni da Udine” che dovrebbe utilizzare le risorse pubbliche per le attività culturali, chiude con un avanzo così significativo nel 2021; per sapere, a fronte dell’avanzo maturato nel 2020 a causa della pandemia, come mai non abbia ritenuto di ridurre il contributo 2021, indirizzando il risparmio al sostegno delle realtà culturali effettivamente in crisi.