Ateneo e Cism, missione in Armenia: si rafforza la collaborazione con gli atenei di Yerevan

Con il rinnovo dell’accordo - già sottoscritto a Udine nel maggio del 2015 - di collaborazione scientifica e scambio studenti per il prossimo quinquennio (2019-2024), prosegue la collaborazione scientifica, didattica e culturale fra Università di Udine e National University of Architecture and Construction of Armenia (NUACA) di Yerevan. Parallelamente sono state poste le basi per una promettente collaborazione con la Yerevan State University (YSU). Da quest’anno, inoltre, la collaborazione si rafforza con il coinvolgimento del Centro internazionale di Scienze meccaniche (CISM) di Udine, partner provilegiato nelle azioni di internazionalizzazione di elevayo carattere scientifico.

Lo scorso 6 e 7 giugno una delegazione mista Università di Udine e CISM ha incontrato i massimi vertici delle due università armene, con l’obiettivo di allargare la collaborazione con azioni congiunte di didattica e ricerca, attraverso programmi di scambio studenti e docenti, partecipazione a seminari e convegni e realizzazione di comuni progetti di ricerca.

Gli obiettivi di collaborazione per i prossimi anni sono incentrati, in particolare, su temi di ricerca nei settori dell’ingegnera civile, ambientale e architettura con la NUACA, nonché sull’avvio di un rapporto di collaborazione nel settore della matematica, che alla YSU è a un livello di eccellenza, con la proposta di corsi avanzati e Summer school, in collaborazione con il CISM di Udine.

Nei primi quattro anni la collaborazione già in essere con la NUACA ha visto realizzati: lo scambio di tesisti, due dell’ateneo friulano e uno della NUACA, sul tema dell’isolamento sisimico; la visita a Yerevan con seminari di tre docenti dell’Università di Udine; la partecipazione di 15 studenti NUACA alla Summer school dell’Università di Udine “Bacco’s. Designing in the Wine Process”.

Soddisfatto il rettore dell’Università di Udine, Alberto De Toni. «L’accoglienza calorosa alla NUACA– dice – ha confermato il rapporto di stima e amicizia tra i due atenei. Siamo molto contenti di poter collaborare con una università in crescita che può vantare innovativi laboratori di architettura e di poterci confrontare con istituzioni e docenti esperti in materia di isolamento sismico. Per quanto riguarda la YSU, la conoscenza reciproca ha posto basi significative: l’interesse comune è incentrato sul settore della matematica e ci sono concrete prospettive di programmi di ricerca congiunti. Peraltro, entrambe le università armene sono inserite in reti internazionali di scambio, tra cui la rete Erasmus+, e sono attivi contatti con altre università italiane».

Alla missione hanno partecipato, per l’Università di Udine e il CISM: Alberto De Toni, rettore dell’ateneo friulano; Giorgio Alberti, delegato per la mobilità internazionale; Anna Frangipane, delegate per lo sviluppo attività estere di area scientifica e referente per le attività di collaborazione con la National University of Architecture and Construction of Armenia; Dikran Dikranjan, referente per le attività di collaborazione con la Yerevan State University; Mario Pezzetta, presidente del CISM di Udine.

Alla National University of Architecture and Construction of Armenia la delegazione ha incontrato: il rettore Gagik Galsyan; il delegato ai rapporti internazionali Vardges Yedoyan; Davit Grigoryan, preside della Faculty of Construction; Armen Bubushyan, preside della Faculty of Design; Arev Samuelyan, direttore dell’International and inter-university cooperation division of the International Relations Department; Marine Buniatyan, direttrice del Laboratory of Survey and Diagnosis of Monuments; Tigran Dadayan, titiolare della cattedra di “Building Structures”.

Alla Yerevan State University gli interlocutori sono stati: il rettore Gegham Gevorgyan;Alexander Markarov, delegato alle politiche scientifiche e ai rapporti internazionali e capo dell'Ufficio di cooperazione internazionale; Varuzhan Atabekyan, titolare della cattedra di Algebra e Geometria; Vahagn H. Mikaelian, docente della cattedra di Matematica discreta e Informatica teorica.

Potrebbero interessarti anche...