Discoteche e locali in crisi, Centis (Cittadini): pensare ad un nuovo intervento di ristoro

La stretta nei confronti delle discoteche e sale da ballo proprio a ridosso del capodanno rischia di mettere in seria crisi un settore che aveva già sofferto molto durante le prime fasi della pandemia. Secondo il capogruppo Tiziano Centis (Cittadini), è arrivato il momento di pensare a una nuova trance di ristori proprio per le attività più colpite. «È necessario che il sostegno con ristori e aiuti economici verso i gestori di locali pubblici, ristoranti e alle attività commerciali - spiega Centis prosegua sulla stregua di quanto fatto nelle altre fasi della pandemia, visto che determinate attività sono fortemente penalizzati da questa recrudescenza dei contagi. Faremo la nostra parte per far sì che la Regione quanto prima possibile intervenga con aiuti economici e ristori per aiutare gli esercizi che hanno chiuso o ridotto drasticamente le proprie attività. Questo periodo che normalmente è di intenso lavoro per tanti locali pubblici, e che consente a tanti gestori a quadrare i conti, è invece fortemente pregiudicato se viene diminuita o sospesa l'attività venendo a mancare gli incassi per paghe, tasse, spese energetiche e spese aziendali, ecco perché è necessario mettersi subito al lavoro per pensare a un nuovo intervento regionale».