Fotovoltaico: Shaurli (Pd), sentenza Tar è appello a Giunta Fedriga

“Una volta di più la conferma di ciò che il PD sostiene da mesi, anche attraverso la nostra proposta di legge: sul fotovoltaico a terra serve una Regione che programmi, abbia il coraggio delle scelte e non lasci soli Comuni e cittadini. Questa sentenza è un appello ulteriore alla responsabilità della Giunta Fedriga e alla maggioranza. Bisogna provvedere al più presto per evitare che i territori debbano continuare a rivolgersi alla giustizia amministrativa per far sentire la propria voce”. Lo dichiara il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli commentando la sentenza del Tar del Friuli-Venezia Giulia che ha accolto il ricorso del Comune di Manzano (Udine) contro l’autorizzazione regionale per un impianto di 17 megawatt di potenza concesso alla società Parco Solare Friulano 3. “Abbiamo migliaia di ettari di richieste di parchi fotovoltaici a terra – spiega il segretario dem - quasi tutte su terreni agricoli e naturali. La sfida delle energie rinnovabili è di tutti ma non si vince con l’incontrollato consumo di suolo o passando sulla testa dei territori. Lo diremo fino allo sfinimento: la Regione punti sulle coperture industriali e agricole e se dovesse servire a terra, si ricorra all’immensa disponibilità di ex servitù militari e aree industriali dismesse, incentivandone la loro bonifica”. Per Shaurli “sui temi ambientali potremmo essere all’avanguardia e ottenere un doppio positivo risultato, unendo alla sfida delle energie rinnovabili il recupero di aree degradate. Se invece la Regione continua a non occuparsene o a farlo tardi e male – aggiunge il segretario dem - polemiche, contenziosi e ricorsi vedranno in Manzano solo un primo caso, visto che segnalazioni da Pavia di Udine a Santa Maria la Longa fino alla Bassa friulana sono continue”.