Giornata macchine in campo per il bio 2021. Rivignano-Teor – Giovedì 29 luglio

In seguito al successo della prima edizione tenutasi lo scorso luglio, che ha visto la partecipazione di circa 150 persone e la dimostrazione dinamica di 14 macchine, AIAB FVG, assieme a ERSA FVG, sta ultimando i preparativi la seconda edizione di MACCHINE in CAMPO per il Bio.
Una giornata dimostrativa all’aperto sulla meccanizzazione di alcune operazioni colturali per la gestione dei seminativi e delle colture orticole.
L'evento si terrà giovedì 29 luglio dalle 09:00 alle 16:00, con presentazioni dinamiche dalle ore 10:00 e dalle ore 14:00, a Ariis (C.li Baron) di Rivignano Teor (Udine) -link google Maps- e i temi trattati riguarderanno la preparazione del terreno, il trapianto e il controllo meccanico della flora spontanea, con macchine portate dagli agricoltori della zona e altre portate direttamente dalle ditte costruttrici.
Saranno presenti anche altre nuove macchine da cui lasciarsi ispirare per coniugare ecologia e tecno-logia: soluzioni innovative che riducano l’impatto ambientale dell’agricoltura in linea con la Strategia Farm to Fork e che aiutino l’agricoltore a intraprendere pratiche produttive ecocompatibili e rispettose della fertilità del suolo.
Ospite d’eccezione sarà “Dino” di Naio Technologies: il primo robot elettrico completamente au-tonomo per il controllo delle malerbe, per la prima volta in esposizione in Italia.
Per le orticole avremo una trapiantatrice su pacciamatura in Mater-Bi e, dalla Germania, una macchina per il trapianto su pacciamatura vegetale ottenuta dalla raccolta di una coltura intercalare o da foraggio.
All’evento saranno presenti le seguenti ditte produttrici:
ACMA, Agrico, Agriravagnolo, AZFarming, Einbock, MulchTec, Fontana, Friulmacchine,
Hortech, IBMA, Matermacc, Meneguzzo, EmmeGiEmme aratri, Officina Walden,
Oliver agro, Sofim, Zilli.

“L’esigenza di fare sempre meglio l’agricoltura biologica” afferma Stefano Bortolussi, agronomo di AIAB-FVG “ci consente di sperimentare e mettere a punto strumenti oggi innovativi, che poi diventano utili per tutta l’agricoltura”. La necessità di migliorare la gestione del suolo, costruire sistemi agricoli resilienti soprattutto al cambiamento climatico e rispettosi dell’ambiente è chiaramente espresso anche nella nuova PAC. Gli strumenti per fare meglio sono di certo legati alla migliore conoscenza agronomica, ma anche alla disponibilità di macchine e tecnologie sempre più fini e adeguate alle specifiche esigenze dei territori.

Nell’ottica poi di raggiungere l’obiettivo del 25% di superficie bio e, per il resto dell’agricoltura, ridurre drasticamente l’impiego di mezzi chimici di sintesi – tra cui gli erbicidi - si sta aprendo la strada a molta innovazione che se ne stava silente.
La partecipazione è libera e gratuita, per partecipare è necessario iscriversi al link:
https://bit.ly/Macchine2021

La data ultima entro cui iscriversi è mercoledì 28 luglio.
La partecipazione consente l'attribuzione di 2 crediti formativi professionali (CFP) agli iscritti al Collegio Professionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e di 0,25 crediti (CFP) per gli iscritti all’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali, di tutte le regioni. Si prega di segnalare il proprio interesse al riconoscimento dei CFP nel modulo d'iscrizione.
Per la seconda edizione della manifestazione è stato indetto anche un video contest aperto a tutti i partecipanti: i brevi video registrati durante la giornata potranno essere inviati agli organizzatori e l’autore del video migliore vincerà un ricco premio gastronomico.
Le modalità di partecipazione al concorso verranno pubblicate sul sui canali di AIAB FVG e spiegate ai partecipanti durante la manifestazione.

Macchine in campo per il bio intende essere un luogo di incontro tra i diversi operatori del settore primario e un occasione di scambio di esperienze e di tecnologie tra le diverse visioni e implementazioni dell’agricoltura di oggi e di domani.