Industria: Serracchiani a Patuanelli, serve Piano nazionale siderurgia

“Chiedo se il Ministero da lei guidato stia elaborando un Piano nazionale per la siderurgia quale premessa per il mantenimento delle nostre capacità produttive, affinché il rango di potenza industriale dell'Italia non sia gradualmente eroso e perduto”. E' la domanda che la deputata dem Debora Serracchiani rivolge, in una lettera inviata oggi, al ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli.

Precisando di “considerare anche politicamente rilevanti le sue chiarissime parole in merito alla necessità che il nostro Paese mantenga una sua produzione siderurgica”, la parlamentare chiede inoltre al ministro “di prendere in mano con la massima energia questo settore, senza esitazione, esplorando tutte le opportunità di rilancio al netto di pregresse valutazioni individuali”.

Non c'è solo Terni dove – ricorda Serracchiani - si sta combattendo una battaglia difficile: sono ben note le situazioni particolari in cui versano gli stabilimenti di Cremona, dove si prevede un taglio della produzione del 70% e di Trieste, quest'ultimo unico sito a produrre ghisa in Italia in fase di dismissione dalla proprietà su pressione delle istituzioni”.