La scuola di paesaggio cambia nome e formula

Dopo cinque edizioni, la “Summer Schoool Dolomiti UNESCO”, pur mantenendo inalterato lo scopo per il quale è stata fondata, cambia nome e formula. La nuova “Dolomiti Mountain School”¸che interesserà varie sedi e diversi periodi dell’anno, sarà presentata durante l’incontro “Dolomiti Patrimonio Mondiale, una scuola di paesaggio” che sarà ospitato venerdì 8 aprile, alle 16.30, nella sala Pasolini dell’Università degli Studi di Udine, a Palazzo Garzolini di Toppo Wassermann, in via Gemona 92, a Udine. L’evento, organizzato dalla Regione Friuli Venezia Giulia in collaborazione con la Comunità di montagna della Carnia e l’ASCA (l'Associazione delle Sezioni CAI di Carnia-Canal del Ferro-Val Canale), con la conduzione di Pierpaolo Zanchetta, coordinatore del Servizio biodiversità della Regione, vedrà la partecipazione di Roberto Pinton, magnifico rettore dell’Università di Udine, di Graziano Pizzimenti, assessore regionale alle Infrastrutture e territorio, e di Mara Nemela, direttrice della Fondazione Dolomiti UNESCO. Una lectio magistralis sul tema “Montagna: un paesaggio tra natura e cultura” sarà tenuta da Annibale Salsa, antropologo, presidente del Comitato scientifico di Accademia della montagna del Trentino e past-president nazionale del Club Alpino Italiano, mentre “Come sta cambiando la Scuola di paesaggio” è il titolo dell’intervento di Gianpaolo Carbonetto, giornalista e coordinatore della scuola, che parlerà dell’esperienza delle cinque edizioni della Summer School e della nuova formula della Scuola. L’ingresso all’evento è libero, nel rispetto delle normative vigenti in materia di limitazione dei contagi da Covid-19.