Migranti: Spitaleri, no “fastidio” da Fedriga ma azioni a tutela salute

“La preoccupazione di fare 'brutta figura' è la cifra dell'insensibilità e della superficialità con cui questa Giunta regionale ha affrontato e affronta il tema della pandemia e dei vaccini. Invece il tema è più serio e articolato di una garetta tra adolescenti”. Lo afferma il membri della commissione Paritetica Stato-Fvg Salvatore Spitaleri, replicando al presidente della Regione Massimiliano Fedriga il quale, in merito al rintraccio di 17 migranti positivi al Covid, ha detto che gli dà “abbastanza fastidio" che, oltre a "non essere tutelati i confini", i migranti positivi al Covid facciano somma con i positivi in Fvg "facendo salire" il dato.
Per Spitaleri “è necessario garantire la sicurezza la salute degli operatori di sicurezza e dei volontari, delle persone insomma, e i migranti, va ricordato ai cattolicissimi del centrodestra a trazione leghista, sono persone. Perciò, a fronte di questa manciata di contagi, invece di manifestazioni di 'fastidio' attendiamo di conoscere le azioni positive a tutela della salute individuale e soprattutto collettiva che la Regione intenderà attuare”.
“L'altro punto da cui non ci sente l'orecchio di Fedriga e della destra italiana – aggiunge Spitaleri - è l'impegno a costruire una solidarietà europea rispetto al tema dei migranti. Chi sta dalla parte di Orban e del blocco di Visegrad non aiuta l'Italia”.