Pordenone Design Week: al via la 11^ edizione

Inaugurazione Pordenone Design Week_Stefano Covre per Nuove Tecniche

È entrata nel vivo questa mattina con l’Opening, in presenza e in diretta streaming, l’11^ edizione della “Pordenone Design Week”, la manifestazione dedicata al design organizzata da Consorzio Universitario di Pordenone, ISIA Roma Design, Confindustria Alto Adriatico e Associazione Culturale Pordenone Design. Per una settimana, fino all’11 marzo, Pordenone si trasforma in un think tank allargato di discussione e di creatività, interrogandosi sulle nuove sfide che si pongono ai sistemi sociali, produttivi e industriali, preludio alla creazione di una “città del design”. La giornata si è aperta con il primo briefing tra i dieci committenti coinvolti e gli studenti che partecipano alla settimana di studi. In contemporanea si è tenuta l’inaugurazione con il saluto delle autorità dopo l’introduzione di Giuseppe Marinelli De Marco, ideatore e direttore scientifico della Pordenone Design Week, che ha ricordato la figura dell’imprenditore pordenonese Marco Camuccio per poi dare il via all’inaugurazione ricordando che la manifestazione pordenonese «è unica nel suo genere in Italia, poiché mette a sistema la progettazione colta applicata con il mondo imprenditoriale del territorio».
Il design ha infatti, la capacità di comprendere la complessità dell’immaginario collettivo, come ha ricordato Massimiliano Datti direttore ISIA Roma Design. Un plauso alla manifestazione è giunto da Alberto Parigi, assessore alla cultura del Comune di Pordenone, che ha confermato la vocazione di Pordenone quale centro di riferimento per il design, così come rilevato anche da Antonella Manca a capo della Direzione Centrale Cultura della Regione Friuli Venezia Giulia. A confermare il proprio sostegno, anche Fondazione Friuli attraverso il presidente Giuseppe Morandini, proprio per la capacità del design di fornire un pensiero complesso specialmente in un’epoca come quella attuale sommersa dall’ipercomunicazione. Un “mestiere” che costituisce occasione di lavoro per i giovani, come espresso da Antonio Zamberlan presidente Bcc Pordenonese e Monsile.
A confermare l’importanza della Pordenone Design Week per il settore, è stata la presenza di Antonella Andriani, vicepresidente dell’Adi (Associazione per il Disegno Industriale) che è intervenuta all’opening, che per la prima volta ha ospitato le premiazioni dei migliori progetti e progettisti del Friuli Venezia Giulia in lizza per il Compasso d’Oro.

Momento clou della giornata è stata la lectio magistralis di Alberto Felice De Toni, professore e direttore scientifico di Cuoa Business School già magnifico rettore dell’Università di Udine, con “La sostenibilità non costa: Un’opportunità da cogliere nella complessità del divenire”: «La sostenibilità non rappresenta un costo, ma va gestita come una fonte di profitto. Esiste una fetta di mercato che è disposta a pagare un prezzo maggiore per un prodotto pensato con una logica sostenibile. Profeta di questo pensiero fu Ernesto Illy che riconobbe un “premium price” ai produttori di caffè che non mescolavano i chicchi buoni con quelli cattivi. Illy sosteneva che la qualità ha un prezzo e un consumatore certi. La sostenibilità non costa: è un programma per il pianeta, perché negli ultimi 70 anni è triplicata la popolazione mondiale e non possiamo ancora contare sulla fusione nucleare. Siccome la politica deve cercare il consenso, la rivoluzione per la sostenibilità deve partire dal basso, dalle persone e dalle imprese».

PREMIAZIONE ECCELLENZE DESIGN FVG
L’inaugurazione della Design Week ha ospitato uno degli appuntamenti più attesi nel panorama regionale legato a design e creatività, il “Premio Eccellenze del Design Fvg” che è stato consegnato a progetti e progettisti del Fvg selezionati all’ADI Design Index 2020 e 2021 che concorreranno, in giugno, all’assegnazione del XXVII Compasso d’Oro. Conferito dalla delegazione ADI FVG, alla presenza del Presidente di delegazione, architetto Nicla Indrigo, per sottolineare l’importante ruolo di aziende e designer della regione nel mondo della ricerca progettuale italiana, il premio si inserisce nella PDW proprio a rimarcare il sostegno e il legame con la manifestazione pordenonese. A essere selezionata dal prestigioso ADI Design Index, e pertanto premiata, è stata nel 2021 anche la Pordenone Design Week cui è stato riconosciuto un ruolo preminente nell’ambito della ricerca e creatività.

Le eccellenze del Design FVG 2020 premiate (in successione, progetto, progettista e azienda):
Targa giovani: Tripla, Sofia Lucchese
(Progetto d’esame / docenti Massimiliano Datti, Marco Ripiccini), ISIA Roma Design – Corso decentrato Pordenone.
Design per l’abitare: Kore, Alberto Collovati, Arblu; P'tit, Monica Graffeo, Rexa Design; Secret System, Claudio Papa, Albatros; Slim, Christof Burtscher, Patrizia Bertolini - Studio Patrizia Bertolini, Studio Patrizia Bertolini, Progetto Arredo.
Design per il lavoro: Atelier, Fantoni, Studio Gensler (as product design consultant), Fantoni; P_King, Massimo Farinatti, Kronotech; SkyLine Cook&Chill, Experience Design Team, Electrolux Professional.
Ricerca teorica, storica, critica e progetti editoriali: Il design dei Castiglioni, Dario Scodeller (curatore), Sebastiano Girardi Studio, (graphic designer), Unindustria Pordenone (partner), Corraini edizioni.

Le eccellenze del Design FVG 2021 che sono state premiate (in successione, progetto, progettista e azienda):
Targa giovani: EcoLine Air, Simone Iob (Tesi di laurea triennale - relatore Paolo Crescenti), ISIA Roma Design – Corso Decentrato Pordenone.
Design per l’abitare: The 50's bifacciale, García Cumini, Cesar.
Design per il lavoro: Green&clean Undercounter, Experience Design Team - Electrolux Professional, Electrolux Professional.
Design per la persona: Sintesi, Mattiarmando Chiavegato, Alessandro Englaro, Akuis.
Food Design: Vetro Black, D'Orsi Studio, Ufficio tecnico Vetri Speciali, Vetri speciali.
Design dei materiali e dei sistemi tecnologici: K-Wireless, Andrea Carlet, Davide Deplano, Lym;
Marble Patterns, Studio Zanellato/Bortotto, Studio David/Nicolas, Studio Mae Engelgeer Delsavio 1910; Sanificatore H-Fog, joDorsi, Alberto Vuan, Simple Fabrica.
Ricerca per l’impresa: Porte 5D, Ufficio Ricerca e Sviluppo GD Dorigo-Door 2000, Antonella Andriani, GD Dorigo, Door 2000, Accademia di Belle Arti di Verona.
Design per la comunicazione: Vite, White Box Studio, Designwork, Foscarini.
Ricerca teorica, storica, critica e progetti editoriali: Pordenone Design Week, Giuseppe Marinelli De Marco, Consorzio di Pordenone per la Formazione Superiore, gli Studi Universitari e la Ricerca, ISIA Roma Design.

La manifestazione prosegue per tutta la settimana con i workshop che coinvolgeranno dieci tra aziende e committenti privati su specifici focus, si terranno negli spazi del Consorzio Universitario di Pordenone in via Prasecco. L’iniziativa è realizzata con il sostegno di Regione Friuli Venezia Giulia, Comune di Pordenone, BCC Pordenonese e Monsile, Fondazione Friuli, Camera di Commercio di Pordenone e Udine.

I workshop coinvolgeranno oltre duecento studenti: il triennio del corso universitario Isia Roma Design sede di Pordenone, Iusve, ma anche i “supertecnici” in Ict del Its Alto Adriatico di Pordenone, gli studenti delle scuole superiori di Pordenone che si occupano di creatività e Design, ovvero Istituto Carniello di Brugnera, Liceo aristico E. Galvani di Pordenone.
I giovani talenti creativi saranno chiamati a sviluppare idee creative e soluzioni svolgendo dei case-study personalizzati per i rispettivi committenti, ovvero Emainox, Pezzutti Group, Tesolin, Nord Pas, Santa Lucia Mobili, L&S Italia, Fondazione Pordenonelegge.it, Prontoauto con Sina, Saratoga, Fonderia Roldo.