Pordenone il 27 maggio: evento finale progetto Inspire cofinanziato da UE

“Informazione, formazione e inclusione sociale dei rifugiati” è il titolo dell’appuntamento previsto il 27 maggio dalle 17 alle 19 alla Casa dello Studente Antonio Zanussi di Pordenone. A cura della Cooperativa sociale Itaca, l’evento concluderà il percorso del progetto Fami Inspire nel territorio pordenonese e approfondirà gli aspetti giuridici e normativi per l'accesso alla formazione permanente degli adulti stranieri. In corso di accreditamento presso l’Ordine degli Assistenti sociali del Friuli Venezia Giulia, il workshop è organizzato in collaborazione con Casa dello Studente Antonio Zanussi, Cooperativa sociale Nuovi Vicini e con la partecipazione di Cir onlus Fvg – Centro italiano rifugiati.

OBIETTIVI DI INSPIRE

Il progetto triennale Inspire, INnovazione SPerimentazione e IntegRazionE, guidato dall’ente capofila Civiform, ha coinvolto tre delle quattro province del Friuli Venezia Giulia, nelle quali gli enti partner sono stati impegnati per larga parte con persone straniere, richiedenti asilo, rifugiati e minori stranieri non accompagnati. Cofinanziato dall'UE nell'ambito del Fondo asilo migrazione e integrazione (Fami) 2014-2020, Inspire aveva l’obiettivo di facilitare il processo di integrazione di minori e adulti stranieri con fragilità e difficoltà di apprendimento, attraverso una più efficace accoglienza linguistica, procedure omogenee e l'attivazione di percorsi formativi con metodologie didattiche innovative.

LE AZIONI A PORDENONE

In provincia di Pordenone sono state realizzate diverse azioni, una parte gestita da Cooperativa sociale Itaca dedicata a beneficiari adulti ed una da Fondazione Opera Sacra Famiglia rivolta a minori stranieri non accompagnati. Nell’arco dei tre anni, nonostante le difficoltà legate all’emergenza sanitaria da Covid-19, sono stati svolti diversi interventi sul territorio, tra cui un corso per insegnanti di italiano L2, uno per educatori e operatori sulla metodologia Vam (Video alfabetizzazione multisensoriale) e uno di stampo giuridico su "La tutela legale dei richiedenti asilo e dei titolari di protezione internazionale". Inoltre, grazie al supporto della Cooperativa Nuovi vicini, si sono tenuti quattro corsi per adulti stranieri richiedenti asilo e rifugiati, con l’uso di metodologie didattiche che favorissero l’uso dell’audio visivo (Vam), nonché quattro corsi sulle tematiche del lavoro e della sicurezza.

IL PROGRAMMA

La giornata del 27 maggio inizierà alle 17 con il saluto del vicepresidente della Cooperativa Itaca, Paolo Castagna, dell’assessora alle Politiche sociali del Comune di Pordenone, Guglielmina Cucci, e della presidente dell’Ordine degli Assistenti sociali del Fvg, Tiziana Da Dalt. I lavori si apriranno con l’intervento di Paola Balestra e Caterina Quadrio della Cooperativa Itaca con una “Introduzione del progetto Fami Inspire a Pordenone e la presentazione delle attività svolte sul territorio. A seguire la presidente della Cooperativa Nuovi Vicini, Ivana Latrofa, con “Il sistema dell'accoglienza integrata nell'esperienza pordenonese”; l’avv. Tamara Amadio di Cir Fvg su “Aspetti giuridici e normativi per l'accesso alla formazione degli adulti stranieri” e l’avv. Valentina Masotto di Cir Fvg su “La concreta fruizione dei diritti riconosciuti in favore di richiedenti asilo e rifugiati”.