Progetto di pet therapy “A Passo d’Asino”, sono stati oltre un centinaio i minori che hanno partecipato a Casarsa

Sono stati oltre un centinaio i minori che hanno usufruito del progetto di pet therapy “A Passo d’Asino” dell'associazione Laluna Impresa Sociale di San Giovanni di Casarsa della Delizia realizzato con il supporto del finanziamento dell’Otto per Mille alla Chiesa Valdese. Un progetto guidato da Alice Spagnol, educatrice specializzata in Interventi Assistiti con gli Animali (IAA), che ha l’obiettivo di aiutare i bambini a ricostruire la consuetudine alle situazioni di benessere e alla relazione, specialmente quelle dei più piccoli, messe a dura prova dal lungo periodo della pandemia. “Entrare in contatto con gli asinelli - spiega l'educatrice Alice Spagnol - permette di lavorare molto sulle proprie emozioni e sul rispetto dell'altro. Grazie a questi percorsi educativi con le scuole, stiamo ottenendo splendidi risultati con i bambini e noi ci auguriamo che anche il prossimo anno questo progetto possa proseguire e allargarsi ad altre scuole e associazioni”. Da aprile a maggio hanno partecipato ad un ciclo di incontri con gli asini Dalia, Iris e Marcello di Ortoattivo Pet per imparare a prendersi cura gli uni degli altri, una decina i bambini “piccolissimi” del Centro Giochi Pollicino, gruppo spontaneo di mamme con bimbi nella fascia d’età dagli 0 ai 3 anni che si incontrano regolarmente negli spazi de Laluna. Poi, Laluna ha accolto 75 bambine e bambini frequentanti la scuola Materna Sacro Cuore di Casarsa. Il percorso di outdoor education ha previsto un primo incontro conoscitivo nella scuola casarsese e poi tre incontri per ciascuna sezione direttamente nel recinto per interazione diretta con gli animali. Al progetto di pet therapy ha anche aderito Istituto comprensivo “Meduna – Tagliamento” di Valvasone Arzene che ha permesso a 14 bambine e bambini, alcuni con disabilità, di partecipare a questi incontri di pet therapy tra aprile e maggio. Oltre a questi, anche tre i bambini dell’associazione Down di Pordenone con le loro rispettive famiglie hanno potuto partecipare agli incontri con gli asinelli. Obiettivo del progetto "A Passo d'Asino" è dare vita a degli interventi assistiti con gli animali per “riabilitare” i minori e le loro famiglie alla socialità e ricostruire percorsi di sostegno all’elaborazione e all’espressione delle emozioni, in special modo dopo il periodo difficile della pandemia. Un progetto come detto reso possibile dal finanziamento dell’Otto per Mille alla Chiesa Valdese. L'associazione Laluna dà poi la possibilità anche a singole famiglie di poter partecipare a delle lezioni di pet therapy personali. Per farlo è possibile acquistare una “gift card” che permette di prenotare un’ora di pet therapy con l’educatrice Alice Spagnol. “Un’iniziativa che sta piacendo molto - ha commentato Francesco Osquino, presidente de Laluna - anche come idea regalo per compleanni o ricorrenze particolari, e che ci aiuta a sostenere gli animali e la struttura di Ortoattivo”. Oltre agli asinelli, negli spazi de Laluna denominati Ortotattivo sono infatti presenti anche galline ovaiole, oche, coltivazione di colture biodinamiche e orti sinergici.