Progetto NFFA-Europe: firmato il Memorandum per un programma di lungo termine nel settore delle nanoscienze

Ampliare ulteriormente e aggiornare gli impianti di ricerca e i servizi per le nanoscienze a livello europeo e fornire una base ancora più solida per la cooperazione internazionale scientifica in questo settore tecnologico di frontiera. Sono questi i principali obiettivi del Memorandum of Understanding (MoU) di NFFA-Europe per la realizzazione di un programma di lungo termine nel settore delle nanoscienze, firmato da dieci importanti istituzioni di ricerca europee. NFFA-Europe è un’infrastruttura di ricerca distribuita con ventidue partner internazionali e coordinata dall’Istituto officina dei materiali del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Iom) nel quartier generale di Trieste in Area Science Park, che fornisce accesso integrato a laboratori di fabbricazione e manipolazione a risoluzione atomica dei materiali (nanofoundries) e tecniche di analisi fine della materia, disponibili presso le grandi facilities di ricerca europee. I servizi forniti sono basati sulle competenze e le strumentazioni avanzate messe a disposizione dai partner e beneficiano del sostegno finanziario dei Programmi Quadro della Commissione Europea. NFFA-Europe offre accesso aperto al più ricco catalogo di metodi e strumenti disponibili per eseguire progetti pubblici nel campo delle nanoscienze. Il MoU è il primo passo verso la creazione di servizi di infrastruttura di ricerca innovativi e sostenibili in grado di accrescere la competitività scientifica e tecnologica europea. Il Memorandum scadrà l’1 gennaio 2031 e può essere prorogato su accordo delle parti.

Questa la lista dei primi dieci Enti firmatari:
Centre Nationale de la Recherche Scientifique (CNRS) – FRANCIA
Commissariat à l’énergie atomique et aux énergies alternatives (CEA) – FRANCIA
Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) - ITALIA
Consejo Superior de Investigaciones Científicas (CSIC) – SPAGNA
Deutsches Elektronen-Synchrotron (DESY) – GERMANIA
Idryma Technologias kai Erevnas (FORTH) – GRECIA
Lunds Universitet (ULUND) – SVEZIA
Paul Scherrer Institute (PSI)- SVIZZERA
Universitat Autònoma de Barcelona (UAB) – SPAGNA
Università degli Studi di Milano (UMIL)– ITALIA

In allegato il memorandum MoU