Segre: Shaurli, scuse immediate per offese su social. Pascolat: Friuli e la Carnia sempre antifascisti

"Stupiscono e preoccupano le vergognose parole usate nei confronti della senatrice Segre. Stupisce e preoccupa la percezione diffusa di poter dire in libertà qualsiasi offesa e scemenza sui social. Chiedo e spero ci siano scuse immediate e senza giustificazioni di sorta da parte di chi ha detto parole gravi. Si scusi chi gestisce un locale pubblico di priorità regionale e che in quello splendido luogo ha l’onore ma anche la responsabilità di accogliere persone. Non dimentichiamo cosa rappresenti Malga Pramosio in termini di vite umane consacrate alla Resistenza e alla libertà anche di espressione". Il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli e quello provinciale di Udine Roberto Pascolat intervengono dopo che il gestore della malga Pramosio di Paluzza (Udine) ha pubblicato su Facebook una foto della senatrice Liliana Segre accompagnata da una frase offensiva in friulano. Per Pascolat "la figura cristallina della senatrice Liliana Segre è al di sopra di ogni porcheria scritta e poi cancellata dai social o di ogni battuta infelice di qualche leader politico in evidente decadenza. Va rimarcato che il Friuli e la Carnia sono stati, sono e rimarranno sempre antifascisti: friulani e carnici sono per la quasi totalità persone per bene che sanno da che parte stare perché - conclude - sanno cos'è la sofferenza e non sopportano l'ingiustizia".