“Street Food Time” per la prima volta a Lignano Sabbiadoro il festival del cibo da strada di qualità

 "Street Food Time", il festival itinerante del cibo da strada,  si terrà il prossimo fine settimana a Lignano Sabbiadoro. L'evento  fa tappa per la prima volta nella cittadina balneare friulana. Food truck giungeranno dall’11 al 14 luglio da ogni regione d'Italia per far gustare al pubblico centinaia di proposte culinarie, il tutto accompagnato da decine di birre artigianali, pregiati vini, freschissimi cocktail, una splendida selezione musicale, animazione e tanto altro ancora. L’evento, organizzato dalla Blunel con il patrocinio del Comune di Lignano Sabbiadoro, è alla sua prima edizione e si terrà sul lungomare Trieste, all’altezza di Parco San Giovanni Bosco fino alla Terrazza sul Mare.

I truck che rappresenteranno tutte le regioni italiane, con ben 130 offerte culinarie differenti, daranno vita a tre giornate che vogliono essere di piacere e divertimento. I fuochi si accenderanno alle ore 18.30 e resteranno accesi fino a notte fonda. L’ingresso all’area dell’evento è assolutamente gratuito. L'area del festival sarà la patria del cibo di qualità in cui gli alimenti della tradizione culinaria italiana saranno proposti in “versione street”. I produttori del cibo di strada sono artigiani che esprimono appieno i valori dell'Italia più vera e autentica. Ricerca della qualità, piacere di avere un contatto umano e schietto con i clienti, voglia di mantenere vivi i rapporti con il proprio territorio e la sua storia, utilizzo di prodotti agricoli genuini, uso di ricette tramandate di generazione in generazione: questi gli elementi che caratterizzano i cultori del cibo di strada, consapevoli che esistono nelle nostre città, “paesaggi culturali” da difendere e conoscere.

Tra le tipicità proposte ci saranno dal Piemonte l’hamburger di scottona, dalla Toscana hamburger di chianina e punta di petto di chianina, dal Lazio la saccoccia romana, dalle Marche cartoccio di pesce fritto, olive all’ascolana classiche, al tartufo e vegetariane, e fritto misto marchigiano, dall’Abruzzo “arrosticini” artigianali di fegato e di pecora, dalla Puglia panino col polpo, bombette di Cisternino e panino con salsiccia pugliese, dall’Emilia Romagna piadine farcite con salumi emiliani e mostarde di produzione artigianale di frutta e verdura, culatello di Zibello, mortadella di Bologna IGP, crudo di Parma e cipolle caramellate, dalla Campania “Panuozzo” cotto a legna farcito con mozzarella di bufala, verdure alla griglia, salame di bufalo campano, prosciutto di Pietraroja. E tanto altro ancora. Non mancherà un assaggio di cucina dal mondo con carni argentine cotte a croce e “churros” sudamericani.

Ad accompagnare le pietanze ben cinquanta tipologie diverse di birre artigianali prodotte da birrifici locali.

 

Potrebbero interessarti anche...