Vigili del fuoco sotto organico il gruppo “Cittadini” chiede l’intervento della Regione

Ennesima brutta notizia per i cittadini del Friuli Venezia Giulia che dopo aver appreso la mancanza di un numero adeguato di agenti di Polizia sul territorio, oggi scoprono che anche i Vigili del Fuoco sono alle prese con problemi di organico: venti operatori in arrivo a fronte di una carenza di 186 unità. «La situazione - ha spiegato il capogruppo dei Cittadini, Tiziano Centis - ci preoccupa e abbiamo deciso di coinvolgere il Consiglio regionale su questa delicata questione presentando alla Giunta un’interrogazione. Da quanto si apprende dal Dipartimento nazionale i rinforzi destinati ai comandi dei Vigili del fuoco del Friuli Venezia Giulia sono insufficienti: a Pordenone ne arriveranno 2 a fronte di una carenza di 32, a Udine 3 per compensarne 52, a Trieste 10 quando ne mancano 66 e a Gorizia 5 per coprire 36 posti liberi. Numeri che confermano tutte le difficoltà attuali e che mettono ulteriormente a rischio l'efficacia degli interventi e il livello di sicurezza degli operatori. Abbiamo chiesto al Presidente Fedriga - ha concluso Centis - di intervenire presso il Ministero dell'Interno affinchè nella nostra regione si possa continuare a garantire quel livello di sicurezza necessario alla popolazione senza per questo dover costringere chi è attualmente in servizio a fare i salti mortali. Il limite massimo di carenza di organico è stato superato ormai da tempo in ogni Comando dei Vigili del Fuoco della regione».