Villa Manin: Da domani a domenica XV edizione della mostra floreale “Nel Giardino del Doge Manin”

Domani Sabato 10 e domenica 11 settembre a Passariano di Codroipo la XV edizione della mostra floreale di piante e arredi per il verde "Nel Giardino del Doge Manin". Ricco come sempre il calendario di incontri culturali questa volta dedicati all'acqua: tra gli ospiti Gioia Battista con il suo primo romanzo, l'oceanografo Sandro Carniel, la giornalista Elisa Cozzarini con una guida fresca di stampa, il giardiniere Ruggero Bosco, il mugnaio Christian Zoratto, titolare dell'unico mulino in Italia dove si batte ancora lo stoccafisso.

PASSARIANO DI CODROIPO (UD) - È ai blocchi di partenza “Nel Giardino del Doge Manin”, in programma sabato 10 e domenica 11 settembre dalle 9 al tramonto a Passariano di Codroipo (Udine). Promossa dall’ERPAC, l’Ente Regionale per il Patrimonio Culturale della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, e coordinata dalla cooperativa sociale Agricola Monte San Pantaleone, una realtà con sede nel parco culturale di San Giovanni che da oltre quarant’anni si occupa di manutenzione del verde e di cura delle persone attraverso il verde, la rassegna è giunta ormai alla XV edizione.

Il più importante giardino storico della Regione accoglierà oltre cento espositori provenienti da tutt'Italia e dall'estero, ma offrirà anche un nutrito programma di incontri culturali, che si focalizzeranno sul tema dell'acqua. Mai come durante quest'estate abbiamo preso consapevolezza del fatto che non è infinita e di come la scarsità di risorse idriche incida sulle nostre abitudini quotidiane e sulle nostre attività lavorative: ce lo confermerà Christian Zoratto, mugnaio, titolare del mulino omonimo che si trova poco distante dalla Villa, un mulino ad acqua del 1450, l'unico dove lo stoccafisso viene ancora battuto in maniera tradizionale. Ma se l'acqua scarseggia, che futuro potranno avere attività come questa? Zoratto ne dibatterà con Simonetta Lorigliola, giornalista esperta di cultura materiale, sabato 10 settembre alle 16. Un discorso analogo può essere fatto sui giardini: quelli attuali quanta vita potranno avere in mancanza d'irrigazione? Ce lo dirà sabato 10 settembre alle 14.30 Ruggero Bosco, giardiniere che da oltre quarant'anni progetta meravigliose oasi domestiche. Non mancherà il punto di vista dell'esperto, l'oceanografo Sandro Carniel, che domenica 11 settembre alle 11.15 proverà a spiegare come adattarsi a un futuro sott'acqua dialogando con la giornalista Elisa Cozzarini, che alle passeggiate tra ruscelli, fiumi e laghi del Friuli Venezia Giulia ha dedicato la sua ultima pubblicazione, di cui parlerà con la giornalista e camminatrice Alessandra Beltrame domenica 11 settembre alle 16.15. L'acqua, quella dei ghiacciai, una riserva idrica sempre più a rischio, è la protagonista anche del romanzo di Gioia Battista, che sabato 10 settembre alle 17.15 ci porterà con lei in una spedizione epica sulla montagna degli dèi grazie alle letture dell'attore Nicola Ciaffoni.

Un'edizione in equilibrio tra passato e futuro, come dimostra anche l'inaugurazione dell'installazione multimediale sul Trattato di Campoformido, che si terrà in apertura della due giorni sabato 10 settembre alle 11, ma come si potrà vedere pure girando tra gli stand, selezionati anche questa volta con grande maestria da Lili Soldatich, curatrice attenta alla tradizione e alle innovazioni, che è riuscita a far sbarcare in Friuli gli attrezzi “made in England” e i capperi siciliani oltre a piante di ogni genere: succulente, mediterranee, palustri, aromatiche, acquatiche, antiche, rare, insolite, grasse, da interno e da esterno. E non solo piante troverete in esposizione, anche prodotti artigianali: oggettistica, abbigliamento, alimentazione.

Come ogni anno ce ne sarà per tutti i gusti e per tutte le età, senza dimenticare gli ospiti più piccoli, che potranno partecipare alla Caccia al Tesoro (sabato 10 alle 15.30 o alle 17, domenica 11 alle 14.30 o alle 16) o ai laboratori didattici (sabato 10 e domenica 11 alle 10) prenotandosi allo 0432 821258; confermato anche il tradizionale appuntamento con le visite guidate al Parco: tre quelle proposte il prossimo week-end con la guida di Umberto Alberini (sabato 10 alle 12), che si soffermerà sugli aspetti letterari, Giancarlo Stasi (domenica 11 alle 10), che focalizzerà l'attenzione sulle grandi piante, e Edi Miculan (domenica 11 alle 14.30).

L'ingresso è gratuito per chi si prenoterà online a questo link (https://bit.ly/3dSSiaA), mentre a chi acquisterà il biglietto a Villa Manin sarà richiesto un prezzo simbolico di 3 euro (gratuito per chi ha meno di 16 anni, persone con disabilità e relativi accompagnatori).

In caso di maltempo gli incontri si terranno nella sala conferenze.

Il programma completo con la lista degli espositori ai seguenti link: www.villamanin.it e www.agricolamontesanpantaleone.it