Anche Rifondazione comunista comunica che sosterrà le azioni dei comitati territoriali per la sanità pubblica

"Condividiamo totalmente e sosteniamo la azioni dei comitati territoriali che si battono per una politica sanitaria della regione Friuli Venezia Giulia più vicina ai bisogni dei cittadini" così Roberto Criscitiello Segretario regionale di Rifondazione Comunista. "La situazione resa evidente dall'emergenza covid-19 è solo la punta di un iceberg, il risultato inevitabile, che noi avevamo previsto da anni, delle dismissioni e privatizzazioni, dei tagli della spesa e del personale, e di scelte strategiche malfatte, che servivano solo a travestire da innovazione tagli indiscriminati. I numeri dei decessi che abbiamo visto in tutta Italia e anche nella nostra regione sono il risultato delle politiche scellerate di decenni, che hanno messo in ginocchio, nella nostra regione come in tutta Italia, una sanità che era un bene comune che molti paesi ci invidiavano. Campione negativo di tutto ciò e la regione Lombardia, il cui disastroso sistema sanitario è evidentemente il modello di tutte le amministrazioni regionali a guida leghista. Sosterremo in tutta la regione le raccolte di firme per una petizione popolare, annunciata ieri a Trieste da una delegazione di comitati di cittadine cittadini, che chiede una svolta nella politica sanitaria regionale che ponga fine a questo scempio e restituisca a tutte e tutti un diritto primario, quello alla salute".