CiviBank delibera un prestito da 15 milioni di euro alla Fantoni S.p.A. tramite FRIE

CiviBank,  banca territoriale indipendente per il Nordest, ha deliberato un finanziamento di 15 milioni di euro (a fronte di un programma di investimento di 21 milioni) al Gruppo Fantoni S.p.A. di Osoppo tramite il FRIE - il Fondo di Rotazione per le Iniziative Economiche, e della Regione Friuli Venezia Giulia per garantire risorse alle imprese.

CiviBank è nata nel 1886 come Banca Cooperativa di Cividale. I suoi fondatori, visto lo spirito laborioso dei cividalesi e le necessità oggettive di un territorio che aveva bisogno di sostegno, hanno fondato l’Istituto ispirati dai principi del mutualismo e della cooperazione. Nel 2018 la Banca di Cividale diventa CiviBank, per celebrare le sue radici che affondano nella città di Cividale, ma anche per celebrare la centralità della comunità, tramite il suffisso “Civi”. “Bank” rafforza la mission aziendale e comunica modernità, futuro e apertura all’era digitale, prospettando un contatto con gli utenti sempre più diretto e trasparente. Oggi CiviBank è una società cooperativa per azioni con 16 mila soci-azionisti, circa 600 dipendenti e con 64 sportelli operativi in 8 province del Friuli Venezia Giulia e Veneto. www.civibank.it

Il Gruppo Fantoni, che conta quasi 900 addetti, è protagonista nazionale nel panorama del MDF e dei mobili d'ufficio e ha registrato nel 2020 un fatturato di oltre 300 milioni di euro, con previsione di superare i 350 milioni nel corso del 2021.

Il prestito è finalizzato al potenziamento tecnologico del settore pannelli e del settore arredo ufficio dell’azienda friulana. Nel dettaglio, la società intende ampliare la capacità produttiva della divisione nobilitazione, attualmente di circa 30 milioni mq/annuo nel suo complesso, per arrivare a una capacità produttiva di 7 milioni mq/anno in più con l'installazione di una nuova linea di pressatura per la produzione di pannelli MDF. L’ innovazione (di questo come degli investimenti precedenti) permetterà di utilizzare pannelli MDF contenenti oltre il 50% di legno riciclato.

Gli investimenti programmati grazie al credito CiviBank/FRIE fanno parte di un progetto di profondo rinnovamento anche degli stabilimenti produttivi della divisione mobili. Le linee di produzione dei semilavorati saranno completamente automatizzate, garantendo il massimo livello di flessibilità e di qualità oggi possibile.

“Il credito agevolato è uno dei driver del Piano Strategico CiviBank al 2023, e siamo orgogliosi di poter riconoscere un finanziamento così rilevante ad una impresa del nostro territorio leader nel proprio mercato di riferimento con la quale CiviBank lavora da oltre oltre 30 anni” ha detto Mario Crosta, Direttore Generale di CiviBank, che aggiunge: “Operazioni come queste sono testimonianza di come la Banca sia ricettiva nel mettere a disposizione del territorio e dei propri Clienti opportunità rilevanti offerte dalla finanza agevolata”.

 

Il FRIE è un fondo regionale che concede mutui a tasso agevolato alle piccole e grandi imprese per investimenti in Friuli Venezia Giulia. I finanziamenti sono dedicati a iniziative industriali o “strutturali”, come l’acquisto, l’ampliamento o la ristrutturazione di uno stabilimento, l’acquisto di nuovi macchinari e strumentazioni, oppure l’innovazione e la diversificazione del processo produttivo. Le aziende interessate possono richiedere da un minimo di 100.000 euro fino a un massimo di 20 milioni.

Per informazioni su come accedere al fondo FRIE con il sostegno del credito agevolato di CiviBank, scrivere a vincenzo.spinelli@civibank.it.

 

 

∞∞∞