Covid: Shaurli, Fedriga faccia chiarezza sul “caso De Monte”

“Chiedo all’assessore alla Salute e al presidente Fedriga di convocare una conferenza stampa, una tra le tante, e di far chiarezza una volta per tutte sul ‘caso de Monte’. Lo hanno creato loro ed ora spieghino ai cittadini di questa Regione, perché è inutile dire di combattere fake news e messaggi contraddittori se poi qui ne diamo uno alla settimana. Prima di cercare colpevoli nell’informazione chi ha responsabilità e ricopre ruoli centrali nella nostra sanità come De Monte dica finalmente e con chiarezza che non lascia più alcun dubbio ai cittadini di questa Regione se è stato o non è stato vaccinato, dove e con quale vaccino: lo dica lui in prima persona e in piena trasparenza, perché i fraintendimenti tutti lui li ha creati. Vi è un obbligo di legge per i sanitari e secondo me per chi coordina l’emergenza di questa Regione è obbligatorio anche far sapere se questo obbligo l’ha assolto come tutti gli altri. E forse, magari non è un obbligo, ma potrebbe anche dire se siamo tutti comuni mortali che si fidano delle Indicazioni della scienza e dei nostri medici o c’è qualcuno che può andare chissà dove a farsi il vaccino che più gli piace anche se non riconosciuto dall’ema. Se preferisce invece assumere stuoli di avvocati per i suoi interessi privati e personali e’ ovviamente libero di farlo ma nella situazione che stiamo vivendo sono solo affari suoi ed a me e credo ai cittadini interessa meno di zero. Non ci serviva l’ennesimo l’exploit di De Monte proprio nei giorni in cui cresce il timore per la variante Delta, in cui medici e ricercatori chiedono attenzione e ribadiscono chiaramente che se ne esce solo con il vaccino, nei giorni in cui la politica discute di utilizzare il green pass e l’avvenuta vaccinazione. Non ci serviva nemmeno che qualcuno chiedesse squadre di investigatori per trovare i ‘colpevoli’… di una notizia. Le squadre facciamole piuttosto per riaprire in sicurezza le scuole, per recuperare la bassa percentuale di vaccinati over 60 o per convincere i sanitari riluttanti forse anche grazie a questi cattivi esempi". Così il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli, dopo che il Direttore del Dipartimento di Anestesia e Rianimazione dell'Ospedale di Udine nominato a capo del Sores Amato De Monte ha preannunciato denuncia-querela in merito alla diffusione della notizia della sua presunta vaccinazione con un siero cinese.