La Regione annuncia assunzioni all’Asufc ma non è chiaro quante sono stabilizzazioni di personale già in servizio

Qualche giorno fa avevamo dato la notizia  che l'Associazione Diritti del Malato aveva avviato una petizione per chiedere alla regione investimenti sulla sanità da destinare all'assunzione di nuovo personale. Sarà un caso ma oggi la Regione in una nota ha annunciato con tempismo "ammirevole" ma sospetto che l'Asufc d Udine assumerà infermieri e tecnici della prevenzione. L'azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale in sostanza metterà in pianta organica, attraverso le graduatorie in vigore, 197 infermieri e 16 tecnici della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro.  Lo ha annunciato l'assessore alla salute del Friuli Venezia Giulia evidenziando che quest'iniezione di personale risponde in maniera decisa alle necessità di personale dell'Asufc, sia attraverso stabilizzazioni sia tramite nuove assunzioni. In base a quanto stabilito dagli atti dell'Asufc i 197 infermieri saranno reclutati attraverso la graduatoria per area geografica "Friuli Centrale" del concorso bandito dall'Azienda regionale di coordinamento per la salute per la copertura di posti di collaboratore professionale sanitario - infermiere (cat. D). Attraverso questa procedura verrà anche stabilizzato il personale presente in graduatoria e al momento in servizio con contratto a tempo determinato. I 16 tecnici della prevenzione saranno invece assunti attraverso la graduatoria del concorso pubblico, sempre bandito da Arcs, per la copertura di un posto di collaboratore professionale sanitario - tecnico della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro (cat. D) dell'Azienda regionale di coordinamento per la salute. Bene, anche se non sono chiarissimi i tempi e quanti di quei 197 in realtà sono "stabilizzazioni" fatto questo che non sposta nulla sul piano del potenziamento dei servizi. Non ce ne voglia l'assessore ma abbiamo imparato ad essere sospettosi , nel frattempo invitiamo a  firmare la petizione.

Avviata dall’Associazione Diritti del Malato una petizione per chiedere investimenti sulla Sanità pubblica allo scopo di ridurre le liste d’attesa