“Perchè la manovra italiana non convince” ne parla a Pordenone il noto economista Francesco Daveri

Protagonista d’eccezione giovedì 21 marzo a Pordenone, nell’ambito del ciclo di incontri "Progetto Europa: quali scelte economiche?” promosso dall’IRSE - Istituto regionale di Studi europei del Friuli Venezia Giulia: alle 15.30 nell’Auditorium di Casa Zanussi protagonista sarà infatti Francesco Daveri, ordinario di Macroeconomic Practice alla Bocconi, editor Lavoce.info Professor of Macroeconomic Practice alla School of Management dell’Università Bocconi, già consulente del Ministero dell’Economia, della World Bank, della Commissione Europea e del Parlamento Europeo, editorialista economico per il Corriere della Sera. “Euro, austerity. Bilancio e prospettive” è il tema della conversazione che sarà introdotta da Roberto Reale, giornalista, già vicedirettore di RaiNews24 , con arricchimento di interventi da parte del pubblico che sempre con molto interesse affolla gli incontri.

Il dialogo con Francesco Daveri partirà dalle politiche di austerity per affondare nella manovra italiana: perchè non convince le istituzioni straniere? «In queste settimane – spiega Daveri - la Germania sta rallentando, ma altre grandi dell'Eurozona, come Francia e Spagna, crescono. Anche il Regno Unito non è in recessione. Solo l'Italia ha registrato due trimestri consecutivi di crescita negativa. I problemi italiani, dunque, non derivano da un rallentamento generale della zona Euro, ma dalla domanda interna: nel Paese sono probabilmente mancati consumi e investimenti, la legge di bilancio nel complesso non ha ridotto le tasse e ha aumentato le risorse per misure solidali, o assistenziali. E intanto l’Italia sembra sempre più isolate sul piano internazionale …».

Daveri, che ha conseguito la Laurea in Discipline Economiche e Sociali presso l’Università Bocconi, un M.Sc. in Development Economics presso l’Università di Oxford e un Dottorato in Economia Politica presso l’Università di Pavia, vanta un curriculum di grande rilievo: ha insegnato in numerose università italiane e internazionali, ha svolto attività di consulenza internazionale ed è autore di numerosi saggi e articoli pubblicati su molte riviste scientifiche italiane e mondiali.

L’ingresso è libero, un'occasione anche per rappresentanti delle diverse categorie di intervenire in libero dibattito, magari insieme a giovani studenti universitari che si affacciano nel mondo del lavoro. www.centroculturapordenone.it/irse