Trieste, la Bottega del mondo chiude… per riaprire!

La Cooperativa Sociale La Collina, realtà triestina orientata da sempre all’innovazione e alla sperimentazione di forme di imprenditorialità, si rende promotrice di una nuova impresa che ha l’obiettivo di rilanciare la Bottega del Mondo come snodo cittadino di inclusione socio-lavorativa, di welfare territoriale e di riflessione interculturale. Così in una nota: "Era da tempo che facevamo fatica, volevamo a tutti i costi salvare la Bottega, salvare il suo progetto ma non era più sostenibile continuare da soli. Ed è così che abbiamo incontrato la cooperativa sociale La Collina. Ci siamo studiati a lungo, dapprima timidamente, via via in maniera più profonda e sincera… un percorso di accelerate e battute d’arresto… alla fine, vinti i timori, trepidanti ed emozionati vi annunciamo che dal 02/03/2021, la Bottega del Mondo Senza Confini Brez Meja riparte, accolta da nuovi compagni di strada. Ringraziamo la cooperativa sociale La Collina per aver creduto nel nostro progetto e nella possibilità di dargli lunga vita e Altromercato che ci ha accompagnato nell’ultima parte di questo percorso. Il nome rimane lo stesso, ricco di storia e significato, stesso lo slancio e l’impegno a costruire ogni giorno un mondo più giusto per tutti attraverso la proposta di un’economia attenta alle persone, alla terra e alla dignità del lavoro. Nuovi i compagni di strada. Attraverso un coinvolgimento trasversale a tutti i settori produttivi della cooperativa, dall’ambito della ristorazione a quello didattico-educativo, la “Bottega del Mondo” amplierà i propri orizzonti offrendo, ai clienti affezionati e ai nuovi, delle nuove esperienze da associare alla consolidata linea di prodotti etici e solidali".