Amministrative: Shaurli, cittadini sanno scegliere e sulle europee dice: “Torna contrapposizione destra-sinistra”

"Le elezioni amministrative confermano una volta di più che i cittadini sanno scegliere, riconoscere il buon lavoro e la capacità delle persone. Dopo i risultati delle europee con la Lega oltre il 40 % si temeva un’onda dirompente che non c’è stata, anzi. Possiamo festeggiare conferme e successi davvero importanti, da Tolmezzo, a Pradamano, da Gradisca a San Dorligo. Nemmeno le visite in tutte le frazioni del presidente Fedriga hanno impedito il successo a candidati preparati e a progetti seri per il proprio territorio". Lo afferma il segretario regionale del Pd Fvg Cristiano Shaurli, commentando i risultati delle elezioni amministrative in Friuli Venezia Giulia.

"Vinciamo con percorsi civici - spiega l'esponente dem - sconfiggendo i candidati della Lega sostenuti da Fedriga, tra cui addirittura il segretario provinciale della Lega a San Giovanni al Natisone. Vinciamo a Buttrio e a Fagagna, in montagna a Paluzza, con il responsabile regionale Pd per la montagna Massimo Mentil, con Erica Gonano a Prato Carnico, con Ivo Angelin a Budoia, che sconfigge la Lega con il simbolo del Pd, o a Treppo Grande dove superiamo l’80%. Potremmo continuare con Basiliano, Staranzano, con tutti i comuni al voto sul Carso triestino, con Terzo o Povoletto, che pare vinto sul filo di lana".

"Ciò che conta è avere questa importante base amministrativa da cui ripartire, perché - puntualizza Shaurli - per costruire la vera alternativa per la Regione del 2023 abbiamo necessità della competenza e della passione di tanti amministratori locali. Non nascondiamo ovviamente l’amarezza di alcune sconfitte, patite più per nostre divisioni che per il trascinamento della Lega, che anzi appare frastornata per non avere replicato sul territorio gli esiti della propaganda di Salvini. Aquileia, Pozzuolo e purtroppo Tavagnacco ci lasciano addolorati.
Ma il messaggio dei cittadini è chiaro: se si amministra bene e non ci si divide si vince, nonostante i dati nazionali. Da domani, da queste persone - conclude Shaurli - si riparte sul territorio per costruire il progetto della regione del futuro".

Fn qui le dichiarazioni sulle amministrative, mentre sul voto europeo il segretario regionale Pd spiega: "Si sta tornando a una contrapposizione 'classica' con la destra con il centrosinistra a rappresentare l'alternativa. Questa alternativa non può che partire dal risultato del Pd, che è in robusto recupero ma che deve saper coinvolgere e avvicinare molte più persone e soprattutto tornare a parlare di programmi e proposte. Sono arrivati i primi scontenti dell'anno di governo, ma adesso occorre una proposta politica alternativa, che si occupi di lavoro, competitività economica, scuola ed ambiente sia a livello di nazionale sia qui perché gli spazi sono enormi e sempre più i cittadini capiranno che dietro la propaganda non vi è nessun risultato concreto". ‎Lo afferma il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli, analizzando i risultati delle elezioni europee.

"In Fvg guadagniamo più del 4% dalle regionali di un anno fa - spiega Shaurli - con risultati migliori delle Regioni vicine. Isabella De Monte raccoglie oltre 30mila preferenze solo in Fvg e anche Furio Honsell fa un risultato importante, con entrambi ampiamente più votati degli altri candidati a partire da quelli della Lega. Sapevamo che in un collegio così vasto i candidati di regioni più grandi come l’Emilia Romagna avevano un bacino di preferenze tale da rendere difficile l'elezione della nostra candidata. Ma ci siamo posti un obiettivo molto alto e l'abbiamo raggiunto grazie al lavoro di tutti: purtroppo De Monte non ce la fa pur raggiungendo oltre 40mila preferenze complessive, molte di più - conclude - di chi andrà a Bruxelles per la Lega ".