Assicoop aderisce all’iniziativa di Libera, che ha coinvolto 260 studenti della regione

Martedì 21 marzo, in occasione della XXII giornata della “Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie”, Udine sarà protagonista della lotta alla criminalità organizzata. La città ospiterà, infatti, il momento conclusivo dell’iniziativa regionale “Destinazione 21 marzo”, che ha visto protagonisti 260 studenti di diversi istituti scolastici. La stessa manifestazione avrà luogo simultaneamente in tutte le regioni italiane.

Ideata da Libera, l’associazione nata con l’intento di coordinare e sollecitare l’impegno della società civile contro tutte le mafie, sostenuta, tra l’altro, da Assicoop - che opera nella produzione di servizi assicurativi per i soci, i dipendenti e i loro familiari delle imprese associate a Legacoop Fvg - l’iniziativa si è declinata quest’anno, anche a livello regionale e ha coinvolto, a Udine, il Liceo Copernico, il Liceo Uccellis e il Liceo Marinelli assieme al Liceo Galileo Galilei di Trieste, al Liceo Slataper di Gorizia e all’Istituto Pertini di Pordenone.

“Abbiamo appoggiato con grande entusiasmo l’iniziativa di Libera – racconta Roberto Sesso, presidente di Assicoop e vicepresidente di Legacoop Fvg – per il suo forte impegno su temi quali la legalità, la partecipazione attiva dei cittadini e la lotta a tutte le forme di criminalità organizzata. Si tratta, inoltre, di un modo per rafforzare il legame fra Libera e il mondo della cooperazione, che da sempre valorizza i prodotti di Libera Terra e promuove numerose iniziative sul territorio”.

Il progetto “Destinazione 21 marzo” si propone di affiancare l’istituzione scolastica nella promozione e nello sviluppo delle competenze chiave di cittadinanza degli studenti educando i giovani ad assumere un atteggiamento critico di fronte ai fenomeni storico-­sociali che interessano il territorio locale e nazionale, aiutandoli ad acquisire e interpretare informazioni, a individuare collegamenti e relazioni, a risolvere problemi e ad agire in modo autonomo e responsabile. Obiettivo complementare all’acquisizione delle competenze chiave di cittadinanza è l’educazione alla legalità, principio fondante dell’ordinamento democratico.

Diversi gli step che hanno caratterizzato il progetto, dalla formazione degli educatori ai laboratori realizzati nelle diverse classi a partire da gennaio. Il 21 marzo alle ore 11.00 in piazza Libertà gli studenti parteciperanno alla manifestazione di chiusura dell’iniziativa, ove sarà data lettura dei nomi delle vittime delle mafie con momenti di riflessione e approfondimento. Alle ore 14 avrà luogo un seminario organizzato dalle Politiche Giovanili di Libera sul tema dell’antimafia.

Quest’anno come piazza principale della manifestazione nazionale è stata scelta la città di Locri in Calabria.

Potrebbero interessarti anche...