La solidarietà della politica (non tutta) al preside di Monfalcone minacciato dai Novax

Per tutto il pomeriggio di ieri si sono susseguite le dichiarazioni di solidarietà al preside del Liceo Buonarroti di Monfalcone Vincenzo Caico oggetto di minacce Novax. Fra i primi ad intervenire il consigliere regionale di Open Fvg Furio Honsell: "Esprimiamo tutta la solidarietà al Dirigente scolastico Vincenzo Caico che è stato fatto oggetto di un'inaccettabile e violenta minaccia per aver invitato le famiglie degli studenti del Liceo Buonarroti  a vaccinarsi. Non solamente si è assunto la responsabilità che le norme gli assegnano, ma ha dimostrato di credere in ciò che insegna, ovvero la Scienza." "A cosa vale l'educazione se non a promuovere la solidarietà e la fiducia nel metodo scientifico, che è ben più attento e rigoroso nel valutare le situazioni di quanto possa ritenere qualsiasi no-vax che si erga a giudice. Ricordiamo che ci si vaccina inoltre anche per proteggere i più deboli."

M5S FVG: “Solidarietà a preside Liceo Buonarroti di Monfalcone”
Il Gruppo del MoVimento 5 Stelle in Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia esprime “solidarietà al preside del Liceo Buonarroti di Monfalcone, Vincenzo Caico, per l’atto intimidatorio di cui è stato vittima dopo avere inviato alle famiglie dei suoi studenti una lettera con l’invito ad aderire alla campagna vaccinale”. “La libertà di opinione non può sfociare nel tentativo di prevaricare gli altri attraverso gesti di violenza e di minaccia – aggiungono i consiglieri regionali M5S -. Al preside Caico va quindi la nostra vicinanza dopo questo atto inaccettabile”.

Preside minacciato: Serracchiani (Pd), seguire ragioni di civiltà e salute

“Piena solidarietà ma soprattutto un grande ‘grazie’ al preside fatto oggetto di minacce violente per aver svolto il suo dovere con piena adesione alle ragioni della civiltà e della salute pubblica. Chi fa politica o ricopre ruoli istituzionali forse se lo aspetta, ma colpire un dirigente scolastico è un gesto infame del quale spero si scopra presto l’autore”. Lo afferma la presidente del gruppo Pd Debora Serracchiani, a proposito delle lettera con foto di un proiettile recapitata al preside del liceo Michelangelo Buonarroti di Monfalcone (Gorizia).
“C’è un clima torbido che aleggia su un mondo no vax – osserva Serracchiani - e che si nutre anche di chi non prende posizione con chiarezza sull’unico strumento a disposizione per difenderci dal covid. Fanatismi, pregiudizi e strumentalizzazioni devono essere messi in condizione di non danneggiare la grande maggioranza di italiani che sta collaborando alla immunizzazione del Paese”.

Liguori e Centi (Cittadini): «Gesto inaccettabile, solidarietà al dirigente scolastico»

«Esprimiamo la nostra solidarietà al dirigente scolastico minacciato dai no-vax per essersi semplicemente comportato da uomo responsabile di una comunità scolastica, rappresentante di un’istituzione che ha l’obiettivo a crescere ed educare ragazzi con valori e senso critico: quello nei suoi confronti è un gesto violento e inaccettabile». Così i consiglieri regionali dei Cittadini, Simona Liguori e Tiziano Centis, in merito alla notizia della lettera di minacce recapitata a Vincenzo Caico, preside del liceo Michelangelo Buonarroti di Monfalcone (Gorizia), che poche settimane fa aveva invitato le famiglie e gli studenti ad aderire alla campagna vaccinale.