Presentata stamattina la stagione 2021/22 del Teatro Zancanaro di Sacile

La stagione teatrale 2021/2022 di Sacile è stata presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa al Teatro Zancanaro. Ancora una volta il cartellone è stato realizzato grazie alla collaborazione tra Comune e dall’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia. Ad illustrarlo a pubblico e stampa sono intervenuti il sindaco di Sacile Carlo Spagnol, l’assessore alla cultura Ruggero Spagnol e il direttore dell’ERT Renato Manzoni. La programmazione 2021/2022 si svilupperà, come accaduto per la ripartenza la scorsa primavera, con doppie repliche per i cinque appuntamenti dedicati alla prosa, e singole repliche per i due spettacoli di danza e per il concerto della FVG Orchestra. Carlo Spagnol: Stiamo vivendo un momento particolare con elevate aspettative, dopo essere stati costretti a rivedere le nostre abitudini e il nostro modo di vivere, anche la cultura. L’andamento della pandemia, dalle scuole agli altri spazi collettivi, ci fa ben sperare anche se è importante continuare a rispettare con rigore le regole per poter recuperare momenti di socialità e cultura. Il percorso di crescita del Teatro Zancanaro degli ultimi anni è stato molto importante e ringrazio tutti quelli che hanno lavorato e lavorano per questo risultato. Ruggero Spagnol: Oggi è un giorno di festa per questa ripartenza che è necessariamente cauta e attenta alle misure di sicurezza ma anche ambiziosa, perché vuole riportarci a come vivevamo prima della tempesta Covid. La stagione 2021/2022 è importante nei numeri e nella qualità e vuole contribuire dopo molti mesi difficili a recuperare il buonumore, la bellezza e la socialità. La scelta della doppia replica nella prosa non è necessaria solo per le misure Covid ma anche per garantire spazio a tutti gli oltre 500 abbonati storici. Vogliamo però avvicinare nuovo pubblico, chi non frequenta o frequenta il Teatro solo saltuariamente. Renato Manzoni: La proficua e pluriennale collaborazione con il Comune di Sacile riguarda tutta l'attività del Teatro, non solo la stagione in abbonamento ERT per la quale abbiamo, ci tengo a sottolinearlo, selezionato titoli molto forti che ci aspettiamo diano una buona risposta di pubblico. In merito alle aperture, aspettiamo a giorni indicazioni dal governo circa il possibile aumento della capienza massima autorizzata e il superamento del distanziamento. Il direttore Manzoni ha poi presentato nel dettaglio gli appuntamenti in cartellone. Sarà come sempre la prosa a inaugurare la stagione. Martedì 2 e mercoledì 3 novembre il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia proporrà un classico di Carlo Goldoni, La bottega del caffè. La commedia nata come intermezzo e poi, visto il successo, arricchita e ampliata nel 1750 avrà come interpreti gli attori della compagnia dello stabile regionale capitanati nell’occasione da Michele Placido. Mercoledì 17 e giovedì 18 novembre Lella Costa sarà sul palco dello Zancanaro con il monologo Intelletto d’amore, il cui sottotitolo recita Dante e le donne. In occasione del settecentenario della morte del Sommo Poeta, Gabriele Vacis e Lella Costa per questo spettacolo hanno voluto puntare i riflettori sulle donne della Divina Commedia. Il 2022 teatrale di Sacile si aprirà domenica 30 e lunedì 31 gennaio con una commedia del maestro britannico Ray Cooney, nella versione italiana di Iaia Fiastri. Se devi dire una bugia dilla grossa utilizza al meglio tutti gli strumenti del genere - colpi di scena, scambi di persona, entrate/uscite inaspettate, gag – per divertire il pubblico, senza risparmiare, però, una critica all’ipocrisia della nostra società. Sul palco un cast di artisti di grande richiamo: Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti, Paola Quattrini, Nini Salerno e Paola Barale. Come nel caso della Bottega del caffè, anche il testo in programma mercoledì 16 e giovedì 17 febbraio ha avuto una vita lunga e fortunata. Molière ha scritto Il malato immaginario nel 1673 e da allora la commedia è diventata una della più rappresentate nella storia del Teatro. A Sacile arriverà grazie alla coproduzione tra Compagnia Molière e La Contrada di Trieste ed avrà Emilio Solfrizzi nel ruolo di Argante. L’adattamento e la regia sono di Guglielmo Ferro.
L’ultimo appuntamento con la prosa è fissato per venerdì 8 e sabato 9 aprile quando allo Zancanaro approderà la Compagnia della Rancia con Grease. Un musical senza età capace di far cantare e ballare intere generazioni che chiude la stagione 2021/2022 del teatro di Sacile.
La danza farà il suo debutto stagionale venerdì 17 novembre con la RBR Dance Company che proporrà Boomerang | gli illusionisti della danza. L’uso magistrale di luci, le musiche evocative e la capacità atletica dei performer sono i tratti stilistici della compagnia del regista e coreografo Cristiano Fagioli che, con questo spettacolo, porterà il pubblico in un viaggio onirico nella storia del nostro pianeta, lanciando anche un forte messaggio ecologista.
Venerdì 4 marzo il Balletto del Sud non farà mancare il consueto appuntamento con la danza classica. Le coreografie che hanno fatto la storia della danza, firmate, tra gli altri, da Petipa, Fokine, Perrot, insieme a quelle del regista Fredy Franzutti, saranno le protagoniste di Serata romantica, uno spettacolo che vuole essere un omaggio al romanticismo europeo e che avrà degli intermezzi con l’attore Andrea Sirianni impegnato nella lettura di alcune liriche di Giacomo Leopardi. Le musiche, citandone solo alcune, sono di Chopin, Delibes, Verdi, Offenbach. Immancabile anche l’appuntamento con la musica classica: la serata di sabato 19 marzo vedrà come protagonista la FVG Orchestra impegnata in un programma sinfonico che verrà reso noto nelle prossime settimane.

La campagna abbonamenti si aprirà lunedì 4 ottobre al Teatro Zancanaro con il seguente calendario: fino a domenica 17 ottobre rinnovo abbonamenti, lunedì 18 ottobre cambio posto, da martedì 19 a sabato 23 ottobre nuove sottoscrizioni. Gli orari: dal lunedì al sabato dalle 15 alle 19.30, domenica dalle 10.30 alle 12.30.
Da lunedì 25 ottobre a mercoledì 3 novembre prevendita dei biglietti del primo spettacolo (dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19.30, esclusi weekend e il 1° novembre).
Molteplici e particolarmente vantaggiose le formule di abbonamento previste, che si adattano ai diversi interessi ed esigenze del pubblico combinando tutte e tre le discipline proposte: prosa, musica, danza.
I biglietti verranno messi in vendita una settimana prima di ogni spettacolo, date e orari verranno pubblicati sul sito www.teatrozancanaro.it e affissi nelle bacheche del Teatro.