Salute. Moretti (Pd): istituire Cup in ambulatori infermieristici

"Se c'è una cosa che la pandemia sta evidenziando, è la necessità di una rete forte di sanità territoriale come primo presidio non solo di lotta al Covid, ma di garanzia di servizi vicini ai cittadini. In questo senso, riteniamo importante dare forza ai presìdi Cup negli ambulatori infermieristici e quelli di comunità della nostra regione". Lo afferma in una nota il capogruppo del Pd nel Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, Diego Moretti, che attraverso un'interrogazione rivolta alla Giunta regionale chiede "di dotare gli ambulatori infermieristici e quelli di comunità di un presidio di Centro unico di prenotazione (Cup), anche solo per alcuni giorni alla settimana". "Da anni in regione sono operativi diversi ambulatori infermieristici e di comunità che, dalla loro istituzione, rappresentano per i singoli territori di riferimento una valida e apprezzata risposta in termini di erogazione di servizi ambulatoriali, come i prelievi e i controlli di pressione arteriosa. Questi ambulatori - continua l'esponente dem - hanno rappresentato una prima risposta importante, ma parziale, alla necessità di una sanità territoriale di prossimità verso i cittadini, che da tempo chiediamo venga rafforzata". "A oggi - conclude Moretti - non tutti gli ambulatori hanno la possibilità di svolgere il servizio di Cup, dove sia possibile pagare e ritirare i referti degli esami effettuati, di modo da rendere il servizio completo e quindi sgravando in maniera significativa, dopo quello che ha significato il lavoro degli ambulatori ospedalieri, anche l'attività dei Cup presenti negli ospedali".