Turismo: Shaurli (Pd), centrodestra non coglie priorità ciclabili Fvg

"Bocciata anche la proposta di istituire un ufficio speciale con un commissario straordinario che si occupi solo del completamento e della manutenzione delle nostre ciclabili. Il centrodestra non coglie la necessità di puntare sul turismo lento, sulla valorizzazione dell’ambiente e del nostro territorio". Così il consigliere regionale Cristiano Shaurli (Pd), che aveva presentato, insieme al collega dem Enzo Marsilio, un emendamento all'art. 5 all’art. 4 del dl 141 sull'Assestamento di bilancio 2021-23 all'esame del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia.
Per il consigliere dem "la bellezza del Friuli Venezia Giulia è eccezionale ma non basta, ed è controproducente decantare ai turisti infrastrutture ancora incompiute. A differenza delle migliori ciclovie europee, la nostra non è ancora una rete compiuta con chiari punti di partenza ed arrivo ed anzi ci sono continue interruzioni. Era il momento di dare assoluta priorità alle nostre ciclabili, mettendoci tutte le risorse e personale necessari".
"Dispiace non sia stata accolta nemmeno la proposta di una nuova ciclovia strategica - aggiunge Shaurli - che colleghi orizzontalmente le zone collinari della Regione partendo da Barcis per arrivare a Gorizia attraverso Maniago, Spilimbergo, San Daniele Gemona, Cividale ed ovviamente le zone fra le più pregiate dal punto di vista naturalistico, vitivinicolo ed agroalimentare".